59
Poco meno di 24 ore al derby della Madonnina che tanto può dire e determinare sugli obiettivi stagionali di Inter e Milan. Antonio Conte e Stefano Pioli studiano le ultime mosse in vista del match di San Siro e sciolgono gli ultimi dubbi di formazione, legati soprattutto alle condizioni fisiche di Samir Handanovic e Zlatan Ibrahimovic.

HANDANOVIC VERSO IL FORFAIT - I rispettivi allenamenti di rifinitura hanno emesso quelli che possono essere considerati una sorta di verdetti: va verso il forfait il numero uno e capitano nerazzurro, che ha provato a stringere i denti lavorando anche con un tutore protettivo alla mano sinistra infortunata. Pronto il vice Padelli, reduce da una buona prestazione contro l'Udinese nell'ultimo turno. Per il resto, Godin è favorito su D'Ambrosio per completare la difesa orfana dello squalificato Bastoni, Candreva leggermente avanti su Moses a destra, mentre Eriksen agirà a supporto dell'unica punta Lukaku.
IBRA C'E' - Note liete invece in casa Milan, dove l'uomo più atteso, Zlatan Ibrahimovic, ha pienamente recuperato dall'influenza e dal lieve problema al polpaccio che gli aveva impedito di esserci contro l'Hellas Verona. Sarà lo svedese a guidare i rossoneri verso l'impresa di tornare ai 3 punti in casa dell'Inter, circostanza che non si verifica dal 2010. In difesa, Conti - a sua volta fuori nell'ultima di campionato - è in leggero vantaggio su Calabria per occupare la fascia destra e Kjaer ha vinto il ballottaggio con Musacchio al fianco di Romagnoli. Le grandi sorprese sono rappresentate dal cambio di sistema di gioco, che sarà un più prudente 4-4-1-1, con Rebic largo a sinistra al posto di Bonaventura e Calhanoglu appena dietro a Ibrahimovic. Solo panchina dunque per Leao.