21

Il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio continua nella sua ricerca per rinforzare il centrocampo dei neroazzurri. I nomi che continuano a rimbalzare con più frequenza sono quelli di Valon Behrami del Napoli, Mario Suarez dell'Atletico Madrid e Granit Xhaka del Borussia Monchengladbach ma l'impressione è che l'Inter stia lavorando sottotraccia su un giocatore ancora poco pubblicizzato. Tra i nomi che corrispondono alle caratteristiche indicate da Walter Mazzarri nella conferenza stampa post-campionato spicca quello di Stephane M'Bia.

MEDIANO ROCCIOSO - Dotato di un fisico granitico il mediano che nell'ultima stagione ha militato nel Siviglia sarebbe il rinforzo ideale per il centrocampo dell'Inter. Con caratteristiche spiccatamente difensive il 28enne camerunense, con passaporto comunitario, sarebbe il mediano di rottura ideale per  dare protezione alle due mezz'ali offensive che Mazzarri intende proporre nella prossima stagione. Il giocatore, fresco vincitore dell'Europa League con il Siviglia, è di proprietà degli inglesi del Qpr ma il suo contratto scadrà a giugno, condizione che lo rende un'ottima soluzione low cost. Interpellato riguardo il suo futuro nel ritiro della nazionale camerunense ha dichiarato: "Non sono sicuro di rimanere a Siviglia. Deciderò dopo i Mondiali".

PORTE APERTE - Nei giorni scorsi Andrea Manfredonia, agente FIFA che si occupa degli interessi del camerunense in Italia, aveva dichiarato: "Ci sono molti club interessati a M'Bia, stiamo aspettando l'evolversi della situazione. M'Bia sarebbe perfetto per qualsiasi top club italiano. Il suo contratto? E' in scadenza con il QPR e potrebbe partire a parametro zero. Inoltre, ha anche il passaporto comunitario". Già nell'ultima finestra di mercato il giocatore era stato accostato al Napoli e aveva ammesso di gradire un'eventuale approdo in Serie A. L'Inter ci pensa: per l'Europa League, uno specialista a costo zero non sarebbe male.