185
"​Non smetterò mai di godermi qualcosa che ho sempre desiderato". Con questo messaggio, Luis Suarez ieri ha voluto smuovere ancora le acque. Dopo essersi allenato a parte, un'altra bordata. Perché l'uruguaiano è letteralmente furibondo col Barcellona, così lo racconta chi lo conosce bene e lo vive ogni giorno. Si sente messo alla porta all'improvviso da un club cui ha dato tutto, nella maniera peggiore possibile. Ecco perché non vuole lasciare neanche un centesimo del suo mega ingaggio al Barça, è stata la società a farlo fuori e pretende il pagamento completo. Questo c'è dietro il suo messaggio, un Suarez irritato e pronto a ripartire altrove con la Juve che continua a lavorare per prenderlo, in corsa con Dzeko.


Ascolta "Juve, cosa c'è dietro quel messaggio di Suarez: Luis è una furia, l'entourage crede che il passaporto..." su Spreaker.

SERENITA' PASSAPORTO - Mentre Luis è nero per il trattamento riservatogli dal Barcellona, il suo entourage e i suoi avvocati non sono preoccupati sul fronte passaporto. La convinzione di chi assiste Suarez è che la questione si possa risolvere nei prossimi giorni, in ogni caso non viene visto come un ostacolo reale per l'eventuale passaggio alla Juve. Tutto verte attorno alla questione Barça-giocatore, perché il contratto in bianconero è virtualmente pronto (questo varrebbe eventualmente anche per Dzeko) ma liberarsi è un'altra questione, il braccio di ferro col club blaugrana è in corso. Con la Juve in attesa ma operativa, pronta per regalare un nuovo centravanti ad Andrea Pirlo.