172
L'incasso per Mauro Icardi è stato un toccasana importante per il bilancio e un problema evitato in vista dell'estate. L'Inter riparte sul mercato con l'idea di provare a prenotare già prima di agosto due operazioni made in Italy, ovvero dalla Serie A e per prospetti che hanno dimostrato un impatto di livello col nostro campionato senza timori o cali improvvisi. Non è un caso se la dirigenza sia al lavoro da settimane su obiettivi diversi ma con un'idea in comune: programmazione e condivisione con Antonio Conte per ogni singolo passaggio di mercato, con l'intenzione di bloccare subito questi due affari.


Ascolta "L'Inter spinge per due colpi da bloccare subito: avanti tutta su Tonali e non solo" su Spreaker.

DA TONALI A KUMBULLA - Marotta e Ausilio stanno lavorando intensamente sul fronte Sandro Tonali, siamo ben oltre l'idea o il semplice obiettivo: l'Inter non si nasconde più, il centrocampista del Brescia è il nome principale per il centrocampo e i contatti vanno avanti per capire l'incastro giusto da realizzare col presidente Cellino con cui non è stato ancora raggiunto un accordo di massima. Ma le 'carezze' pubbliche di Ausilio a Tonali nella sua ultima intervista e un dialogo costante col centrocampista vedono ormai l'Inter allo scoperto con l'intenzione di accelerare in maniera definitiva. Contestualmente la dirigenza nerazzurra conta di stringere al più presto col Verona per Marash Kumbulla, un altro 2000 come Tonali che ha dimostrato tutto il suo valore quest'anno. Adesso il vantaggio accumulato sulla concorrenza in questi mesi va capitalizzato arrivando alle strette di mano: il Napoli è stato decisamente sorpassato, la Juve si è informata perché ha sempre gradito Kumbulla ma l'Inter rimane davanti a tutti anche nei contatti col giocatore. Ora deve chiudere e non è un dettaglio a fronte dei 25 milioni di base richiesti dall'Hellas. Bisogna fare in fretta, i dirigenti nerazzurri lo sanno e ci stanno lavorando. Per programmare due colpi giovani e che conoscono già la Serie A.