1

Il Chievo è intenzionato a dare ancora battaglia alla Lazio a proposito dell'avvenuto trasferimento di Etrit Berisha ai biancocelesti. 'Il giocatore ha un impegno con noi, sottoscritto nei tempi e nei modi che la legge sportiva internazionale prevede - afferma deciso Giovanni Sartori, direttore sportivo dei clivensi, a Radio Manà Manà -. Tuttavia non vogliamo entrare in polemica con la Lazio, ci sono ottimi rapporti fra i presidenti Lotito e Campedelli: magari troveranno una soluzione, che però al momento non immagino quale possa essere. La mancanza del traduttore al momento della firma? Lasciamo perdere, non è quello il problema: peraltro non è nemmeno obbligatorio... Attendevamo Berisha a gennaio, per metterlo in competizione con Puggioni: eravamo in contatto con lui da mesi, ne abbiamo parlato anche con Gianni De Biasi (suo allenatore nella Nazionale albanese, ndr), con cui vantiamo una bella amicizia. Berisha aveva anche altre offerte dal campionato italiano e inglese: in Premier League avrebbe potuto fare il dodicesimo di una grande squadra dietro un portiere top, ma ha scelto noi per avere più possibilità di giocare'

'Berisha a questo punto rischia una squalifica per aver firmato due accordi depositati entrambi in Lega, dato che la Lazio caldeggia il proprio - prosegue Sartori -. Non credo che il giocatore possa essere in panchina domenica all'Olimpico… Prima di Berisha avevamo cercato Bizzarri: anche la scorsa stagione il portiere argentino poteva fare al caso nostro, dopo la cessione di Sorrentino al Palermo, ma abbiamo puntato su Ujkani per il girone di ritorno. Successivamente abbiamo lasciato perdere Bizzarri puntando tutto su Berisha'.