Calciomercato.com

Milan su Guirassy, l’ex ala da 18 gol in 13 partite: l'Inter, il ruolo alla Giroud e l'incognita Coppa d’Africa

Milan su Guirassy, l’ex ala da 18 gol in 13 partite: l'Inter, il ruolo alla Giroud e l'incognita Coppa d’Africa

  • Alessandro Di Gioia
Serhou Guirassy stacca tutti. L'attaccante di proprietà dello Stoccarda non vuole più fermarsi e dopo una seconda parte di 2023 da record, con 18 gol in 13 partite e la media fantascientifica di una rete ogni 53 minuti, praticamente una ogni tempo, tra Bundesliga e Coppa di Germania, ora sogna il Milan. E pensare che fino a qualche anno fa nemmeno faceva la punta, anzi del pallone proprio non voleva saperne...

DALL'ADDIO AL CALCIO A UOMO DEI RECORD - Quando era bambino infatt, e giocava nei pulcini, lasciò il calcio per un anno perché non si sentiva a suo agio con gli allenamenti e con le regole di un gruppo: oggi, dopo nemmeno metà della stagione, ha già eguagliato Niclas Füllkrug e Christopher Nkunku, che in campionato l'anno scorso vinsero la classifica cannonieri 2022-23 con 16 gol. Gli stessi realizzati da Guirassy in 11 partite, praticamente un terzo: ancora più incredibile, se si pensa che il guineano, che possiede anche passaporto francese, cresce come ala destra e in quel ruolo resta sin dagli esordi con il Laval fino alle esperienze con Lille e Auxerre, prima di emigrare in Germania.

L'EX ALA, IL PSG E LA SCARPA D'ORO - Proprio con la maglia della squadra del Carnevale comincia a giocare più avanzato, prendendo confidenza con la porta avversaria. storica la doppietta realizzata con la maglia dell'Amiens al PSG, nel 4-4 finale, prima di diventare il quinto acquisto più costoso nella storia del Rennes, pagato 13 milioni di euro. Ma fino a quest'anno non aveva mai mostrato il killer instinct che lo mette in corsa per la Scarpa d'Oro, classifica nella quale è quarto, dopo Akor Adams del Montpellier, altro obiettivo rossonero, Harry Kane e Amahl Pellegrino del Bodo/Glimt. la stagione migliore della carriera del 27enne recita 22 gol in 49 partite, nel secondo anno con Les Rouges et Noirs.

IL MILAN, LA CLAUSOLA E IL RUOLO ALLA GIROUD - Seguito in passato anche dall'Inter, l'ex ala diventata bomber è il primo obiettivo del Milan per gennaio. La clausola da 17 milioni e il contratto in scadenza nel giugno 2026 lo rendono molto appetibile per gennaio, così come le capacità atletiche e la stazza fisica, da 187 centimetri per 83 chilogrammi: una punta molto più funzionale per il gioco di Stefano Pioli, rispetto per esempio a Jonathan David, rapido e finalizzatore. Il club rossonero, come dimostrato anche dalla corte estiva a Mehdi Taremi, cerca una boa alla Giroud, in grado di segnare ma anche di far girare la squadra e premiare gli inserimenti dei compagni, centrocampisti o esterni. Un vice del francese, in grado però di essere subito titolare, quindi non senza esperienza.

L'INCOGNITA COPPA D'AFRICA - L'unica incognita? La Coppa d'Africa. Guirassy è qualificato con la sua Guinea, scelta dopo diverse annate con la maglia delle nazionali giovanili francesi, Under 16, 19 e 20, e giocherà nel Gruppo C, con Senegal, Camerun e Gambia, rischiando di perdere da due settimane al mese di gennaio. Ma ormai sembra aver definitivamente spiegato le ali e i problemi fisici alle ginocchia. Di lui dice il suo tecnico allo Stoccarda, Sebastian Hoeness. "Ha sviluppato una grande fiducia in se stesso. Adesso è capace di segnare goal in situazioni molto difficili e in maniera diversa, con il destro, con il sinistro o di testa. Inoltre ha imparato a sfruttare meglio la sua grande velocità e capacità nell’uno contro uno, attaccando costantemente la profondità". Non una "one season wonder", ma pronto per il Diavolo.

@AleDigio89

Altre notizie