Commenta per primo
'L'anno prossimo costruiremo il vero Napoli per lo scudetto, faremo la campagna acquisti per vincere il titolo quest'estate. Benitez è il nostro master, a lui la cloche di comando'. Parole e musica di Aurelio De Laurentiis, in una bella intervista a Fox Sport. Il presidente del Napoli risponde anche ai contestatori, che ormai da qualche partita lo bersagliano in una delle due curve del San Paolo. Si tratta di una parte di ultras, al quale il patron lancia una sfida. Sì, perché prendendo un impegno così forte, si espone inevitabilmente ad ulteriori proteste se il mercato estivo non sarà ritenuto all'altezza.

'Sono pochi, pochissimi e forse nemmeno veri tifosi', ha replicato seccamente. Poi però ha corretto il tiro: 'Per alcuni di loro il Napoli è una fede. Come fai a discutere con chi segue soltanto la sua fede. Loro dicono che ho operato male, io penso il contrario'. E così la sfida è lanciata, rilanciata, anzi. Dopo aver sbandierato ai quattro venti la disponibilità economica del Napoli, sia in estate ('Abbiamo 124 milioni da spendere') sia a gennaio ('Ho un tesoretto di 50 milioni'), De Laurentiis ora annuncia un mercato da urlo. Di certo non promette lo scudetto, ma sicuramente si prende un bell'impegno. Perché in estate i Jorginho, gli Henrique e i Ghoulam non basteranno.