Commenta per primo
La procura di Palermo ha presentato istanza di fallimento per l'Unione sportiva città di Palermo. La società, un tempo appartenuta a Maurizio Zamparini, attualmente non è più in grado di funzionare regolarmente, tanto che non è riuscita a perfezionare l'iscrizione al prossimo campionato di Serie B. Una nuova società dovrà sorgere nella prossima stagione, ma intanto i magistrati dell'ufficio diretto da Francesco Lo Voi hanno deciso di procedere per far dichiarare l'insolvenza della ormai decotta azienda, attualmente in mano a i fratelli imprenditori Walter e Salvatore Tuttolomondo di Arkus Network. La richiesta è stata avanzata al tribunale fallimentare, che dovrà decidere nelle prossime settimane dopo aver convocato un'udienza.