67
Sogna Roma, anche se l’afa di questi giorni porterebbe altrove. Davide Frattesi si allena al Mapei insieme a Berardi e compagni, ma appena finita la seduta corre al telefono per vedere se ci sono novità. La Roma gli ha promesso di riportarlo a casa e il centrocampista sognava di potersi aggregare al gruppo di Mourinho già ieri. La trattativa col Sassuolo però si è rivelata più dura del previsto. Tiago Pinto considera troppi i 35 milioni proposti come base da Carnevali. E ai quali vanno ovviamente sottratti il 30% di sconto inerenti alla percentuale di incasso in caso di vendita altrove e l’inserimento di un paio di giovani della Primavera giallorossa.
DISTANZA - La distanza si è assottigliata in questi giorni ma ancora persiste ed è di circa 5 milioni. La Roma, infatti, non vuole andare oltre i 18 milioni più il prestito con diritto di riscatto di Volpato e l’eventuale prelazione su Missori, Falasca o Tripi. Il Sassuolo ha preso tempo e per ora ha convocato Frattesi che l’undici luglio dovrebbe anche partire per il ritiro a Vipiteno. Il giocatore attende con pazienza, è sicuro di tornare ma dopo l’iniziale entusiasmo ora teme che l’affare possa andare ancora per le lunghe. Per questo, insieme all’agente Riso, potrebbe forzare ulteriormente la mano col Sassuolo. Entro sabato Pinto farà di nuovo il punto della situazione col procuratore ma sa che per il giocatore non ci sono altre offerte.  L'arrivo dell'azzurro porterebbe alla cessione di Veretout nonostante la promessa fatta ieri ai tifosi dal francese che piace al Marsiglia.