1156
Chi sarà la vera antagonista del Milan nella corsa scudetto? La risposta non è arrivata dalla sfida delle 12.30 dell'Olimpico fra Roma e Inter che in una gara ricca di emozioni e di ribaltamenti di fronte alla fine termina per 2-2 lasciando entrambe le squadre con l'amaro in bocca. Al gol iniziale di Pellegrini rispondono nel secondo tempo Skriniar e Hakimi, ma è il gol di Mancini nel finale a chiudere i conti e a far precipitare le quote scudetto di entrambe le squadre lasciando il Milan a +3 sui nerazzurri e a+ 6 sui giallorossi.

Nel primo tempo è l'Inter a partire più forte e prima con Lautaro e poi con Lukaku ci vuole un super Pau Lopez per negare il gol ai nerazzurri da dentro l'area piccola. I nerazzurri però si scoprono e alla prima ripartenza la Roma trova il gol del vantaggio: Veretout ruba palla a Barella (che protesta inutilmente) e lancia il contropiede che, passando da Dzeko a Mkhitaryan, porta al tiro dal limite Pellegrini il quale trova una fortunata deviazione che lascia immobile Handanovic. L'Inter accusa il colpo, fatica a costruire, ma la Roma non affonda e allora sul finale di frazione è Vidal ad andare vicino al gol dopo uno scambio con Hakimi.

Nella ripresa l'Inter si scuote, domina il campo e puntualmente le occasioni da gol arrivano. Pau Lopez nega ancora una volta la rete a Lautaro innescato in area da Lukaku, ma all'ennesimo calcio d'angolo l'Inter trova il pareggio con Skriniar che svetta fra Veretout e Smalling e trova l'angolino dove, stavolta, Pau Lopez non può arrivare. Il pareggio anima i nerazzurri che affondano ancora il colpo e trovano il raddoppio con un super Hakimi che, rientrando sul sinistro sfodera un bolide che si spegne all'incrocio colpendo la parte bassa della traversa.

Il doppio vantaggio non placa il forcing dell'Inter che prova a chiuderla, ma con Vidal si divora letteralmente il 3-1: Hakimi sfonda a destra e lo innesca solo all'altezza del dischetto del rigore ma il cileno liscia incredibilmente il pallone. È il segnale, insieme ai cambi contenitivi di Conte che toglie Hakimi, che l'Inter è in emergenza e arretrerà il suo baricentro. La Roma lo capisce e ne approfitta alzando i ritmi, andando due volte vicino al pari con Cristante e con Mancini e, alla fine, trova il 2-2 su corner, proprio grazie a Mancini che anticipa Skriniar e batte Handanovic.

Nel finale l'Inter non ne ha più per ripartire e allora è solo la Roma, senza grandi pericoli, a provare a trovare la vittoria. Il 2-2 finale non premia nessuna delle due squadre con la distanza di 3 punti in classifica che rimane, ma che consente al Milan di guadagnare due punti su entrambe quelle che dovevano essere le potenziali rivali scudetto.​

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO PER 100ESIMO MINUTO DI ENRICO MAIDA