2
E' una sconfitta, quella di Milano, che lascia un retrogusto agrodolce alla Sampdoria. I blucerchiati hanno sofferto molto i nerazzurri nel primo tempo, ma nella ripresa la squadra di Giampaolo ha sfiorato l'impresa, uscendo alla distanza e rischiando di pareggiare il match.

E' proprio questo il rammarico principale del responsabile dell'area tecnica Daniele Pradè, che ha commentato in questo modo la gara: "L’Inter ha fatto un primo tempo devastante, lotterà per il primo posto fino alla fine. E’ una squadra con una grande identità e un allenatore forte, però la Samp c’è stata sempre. Con 5/10 minuti in più potevamo pareggiarla, loro erano sulle gambe. Ramirez sarà un valore aggiunto. Zona Europa? Noi dobbiamo pensare gara dopo gara - riporta Sampdorianews.net - e imporre il nostro gioco, poi faremo i conti”.

Pradè ha ritrovato anche Skriniar, ed è felice di ammirare la crescita del centrale slovacco: "Certo, ci mancherebbe. Abbiamo un rapporto forte con i nostri ex calciatori. Io stesso ne ho uno bello con Vecino e Borja. Skriniar è un giocatore forte che migliorerà ancora”. Quando gli viene chiesto di un possibile futuro nerazzurro di Torreira, però, Pradè non vuole sbilanciarsi: “E' troppo presto ancora" ha detto il dirigente, che però ha anche sottolineato la sintonia con l'Inter: "Con i nerazzurri abbiamo rapporti forti perciò ci parliamo sempre”.