Commenta per primo
Tra pochi giorni sarà passato esattamente un mese dal ritorno a Genova di Manolo Gabbiadini. L'attaccante della Sampdoria arrivato dal Southampton ha giocato soltanto tre spezzoni di gara sino a questo momento: qualche minuto con Fiorentina e Udinese - trovando peraltro già il gol - e circa mezz'ora a Napoli. Nella prossima gara casalinga però potrebbe esserci spazio per il numero 23 già dalle prime battute.

Il ballottaggio Defrel-Gabbiadini anima i pensieri di Marco Giampaolo, che riflette sul possibile impiego dall'inizio del bergamasco.Il francese nelle ultime partite è sembrato un po' involuto, e Gabbiadini è un calciatore arrivato per alzare il tasso tecnico della squadra. C'è pure un'altra eventualità, che sarebbe clamorosa considerando il tecnico doriano ma che non può essere esclusa a priori. La Samp potrebbe anche passare al 4-2-3-1, come già successo nel finale contro il Napoli. Non è stata completamente una novità per i blucerchiati, che si erano sistemati con lo stesso modulo anche nel finale della sfida con l'Atalanta.
Chi conosce Giampaolo, sa che si tratta di un sistema di gioco rivoluzionario. Il rientro di Praet però potrebbe stuzzicare il mister doriano. Quasi certamente l'allenatore della Samp non proporrà il 4-2-3-1 dall'inizio, ma è più probabile che lo faccia a gara in corso. Gli uomini d'altro canto il tecnico li ha: Praet ed Ekdal in mediana, Gabbiadini e Defrel (o perchè no, anche Sau) larghi con Saponara o Ramirez alle spalle dell'unica punta Quagliarella. Anche perchè contro il Frosinone in casa l'obiettivo è quello di tornare a fare punti in ottica corsa europea. Con un Gabbiadini in più.