54
Stefano Sensi al lavoro, per tornare prima possibile a disposizione di Antonio Conte. Il centrocampista si allena alla Pinetina, segue un programma personalizzato in cui alterna lavoro atletico ed esercizi col pallone, l’obiettivo è tornare in campo nel 2020, subito dopo la sosta natalizia. Settimana scorsa il giocatore - fermo a 10 presenze stagionali, l’ultima col Dortmund lo scorso 5 novembre - si è recato a Monaco di Baviera per un consulto specialistico. E l’esito della visita è stato poco incoraggiante: l’infortunio non è ancora stato del tutto superato, motivo per cui si procederà ancora con cautela per la gestione del problema all’adduttore. Dopo la sosta natalizia, l’Inter se la vedrà col Napoli e quella può essere la data giusta per rivedere a disposizione Sensi, a tre mesi esatti dal suo primo infortunio con la Juve.



SARÀ RISCATTO - La dirigenza dell’Inter aspetta il ritorno in in campo Sensi, fiore all'occhiello del mercato dell’Inter. Non c'è ovviamente alcun dubbio su un riscatto già avviato anche nelle pratiche verbali con il Sassuolo, i rapporti tra club sono ottimi e si sta preparando un'intesa allargata in vista di giugno 2020. Solo per questioni di Fair Play Finanziario, infatti, non è stato ufficializzato fin dal principio come un obbligo di riscatto. L’Inter è convinta, le prestazioni di inizio anno non lasciano dubbi ai nerazzurri e hanno attirato l’attenzione anche di altri club, Barcellona su tutti. “È presto per dire se c'è qualcosa di vero tra Sensi e il Barcellona”, ha detto l’agente di Sensi, Beppe Riso, a margine dell'evento ‘Fairplay&Football’. I blaugrana monitorano Sensi, l'Inter lo aspetta presto in campo e non ha dubbi: a giugno sarà ancora intoccabile per i nerazzurri.