Commenta per primo

La sconfitta di Cesena è alle spalle, ma ha lasciato il segno. Il Milan contro l'Auxerre deve dimostrare di aver imparato la lezione. Lo sa Massimiliano Allegri che dopo il ko in Romagna ha invitato la squadra ad un maggiore sacrificio e ha lavorato sull'equilibrio tra i reparti. Errare humanum est, perseverare autem diabolicum. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.

Diabolico, contro i francesi ammazza Zenit, deve essere l'atteggiamento, soprattutto sottoporta:  "Contro il Cesena il Milan ha cercato di dare il meglio - ha detto il tecnico rossonero -  abbiamo anche avuto due, tre occasioni che abbiamo sbagliato. Sono errori che non ripeteremo. Milan può supportare il tridente perché se c'è la disponibilità dei ragazzi non ci sono problemi. Hanno tecnica e sono quindi in grado di fare la differenza Siamo arrabbiati e concentrati per fare una grande partita". 

La Champions è l'obiettivo numero uno e il Milan non può permettersi di fallire la prima tappa che porta a Wembley: "Con l'Auxerre sarà una partita molto difficile, bisognerà stare attenti perchè hanno giocatori veloci davanti e sugli esterni, quindi dobbiamo giocare bene e avere grande attenzione nella fase difensiva. Hanno iniziato prima di noi e anche se non vanno molto bene in campionato, bisogna stare attenti perchè è una squadra che soprattutto in trasferta concede poco".

Poi sulla formazione: "Ibra giocherà dal primo minuto, mentre per Thiago Silva valuteremo oggi con lui e lo staff sanitario. Favoriti del girone? Noi e il Real siamo favoriti; diciamo che abbiamo il 50% di possibilità di poter vincere il girone, ma io e la squadra non ci accontentiamo di arrivare secondi".