Quella notte di estate non era il caldo soffocante a rendere impossibile il prendere sonno ma la sensazione netta che una parte delle nostre vite, che qualcuno potrebbe giudicare esageratamente attaccate al mondo del calcio, se ne stava andando. La Fiorentina poche ore dopo sarebbe fallita e anche se le speranze di rinascita c'erano tutte, sicuramente la strada sarebbe stata tortuosa ed in salita, e chi aveva il viola nel cuore nulla poteva fare per opporsi a quella brutta situazione. (31 luglio 2002 ultimo giorno di vita della 'vecchia' Fiorentina)

Quella notte hai pensato che solo una città folle come Firenze si poteva radunare in venticinque mila persone per una gara di C2, e che spiegare un effetto simile al di fuori dalle mura medicee della città, sarebbe stato difficile, anzi impossibile. (15 settembre 2002- Esordio casalingo della Fiorentina contro il Castel di Sangro).

Quella notte eri consapevole che il primo tratto di un lungo e pericoloso percorso era stato superato (27 aprile 2003 – Promozione matematica della Fiorentina in C1)

Quella notte, ad oltre due anni e mezzo di distanza, sei tornato a sognare la maglia viola contro un avversaria di rango, nel campionato di serie A, lasciandoti finalmente andare ad un lungo respiro, dopo una lunghissima apnea fra c2 e serie B. (20 giugno 2004 – Promozione matematica della Fiorentina in serie A).

Quella notte non potevi credere che proprio tu, tifoso viola, venivi accusato insieme alla tua società di frode sportiva. Tu che eri a Genova nella serata del Dondarini show, tu che all'Olimpico non potevi credere che Rosetti non avesse visto un netto fallo di mano, tu che quei 19 punti di penalizzazione, dopo il rischio di vederti di nuovo in serie B, era stato concreto. (15 luglio 2005 – Fiorentina penalizzata per il processo di Calciopoli di 19 punti per il campionato successivo di serie A).

Quella notte hai pensato che solo la magia di Firenze poteva rendere possibile l'impossibile. Ovvero dalla penalizzazione di 15 punti alla Coppa Uefa, dall'inferno al quasi paradiso, perchè quella squadra meritava il terzo posto ottenuto sul campo. (15 maggio 2006 – Termine del campionato 2005-2006 con Fiorentina al quinto posto in classifica)

Quella notte, tu che ti vedevi già in finale di Coppa Uefa, hai visto Vieri e Liverani sbagliari i rigori decisivi, dopo un assedio durato oltre 120 minuti, in cui Pazzini neanche con le mani avrebbe potuto segnare, e una volta hai fatto fatica a prendere sonno, ma stavolta per un sogno bello a livello sportivo, infrantosi (2 maggio 2008 – Fiorentina eliminata in semifinale di Coppa Uefa dai Rangers Glasgow).

Quella notte buia e tempestosa, in cui la neve ancora scendeva mista a pioggia, in un marzo gelato piu' del solito, hai immaginato che Frey potesse davvero arrivarci su quel tiro a giro di Robben, e hai capito, se mai ce ne fosse bisogno che nel calcio è piu' importante cio' che conti, di cio' che sei veramente (9 marzo 2010 – Fiorentina eliminata negli ottavi di finale di Champions League dal Bayern Monaco).

Quella notte hai pensato davvero a quell'ora di gioco in cui hai creduto che la giustizia potesse per una volta trionfare, e che bastano invece cinque minuti, un paio di fischi arbitrali, e tanto potere, per condizionare un'intera stagione. (19 maggio 2013- Fiorentina quarta in classifica al termine di una lunga 'battaglia' per la terza contro il Milan).

Quella notte farai fatica ad addormentarti perchè non hai visto vincere così tanto la tua squadra. Sai che sabato al tuo fianco, fin dalla lunga strada che c'e' fra Firenze e Roma, troverai quasi 30 mila persone che hanno un grande sogno nel cuore, e che come te ripercorreranno, in attesa del fischio iniziale di partita, tutta la propria vita calcistica, immaginando per una volta che vi sia un happy handing, che, questa volta meriti davvero che venga realizzato....(2 maggio 2014 – Vigilia della finale di Coppa italia fra Fiorentina e Napoli)

Ha da passà 'a nuttata...