133

Paul Pogba è l'uomo più chiacchierato in casa Juventus: il presente è ben delineato, il futuro invece lo vede sempre più lontano da Torino. "Vale come la Gioconda", ha detto di lui Raiola. Negli ultimi giorni è stato etichettato come Mister 100 milioni, e mezza Europa è su di lui. Compreso il PSG, club che lo vorrebbe riportare in Francia anche in occasione di Euro 2016. Si è parlato molto di un ipotetico scambio con Marco Verratti. Ecco a riguardo le parole di Donato Di campli, agente dell'abruzzese, a Tuttosport:

'MARCO NON VALE UN PIATTO DI LENTICCHIE' - "Sono sempre molto esplicito: Verratti non è merce di scambio a pari dignità, anche con uno come Pogba. Non si ragiona su un piatto di lenticchie, lui ha caratura europea e devi pagarlo, vale 50 milioni. Non sono dell’idea di venderlo, è il giocatore più importante che hanno. E’ inamovibile per i tifosi e per l’opinione pubblica. I francese trovano sempre un difetto agli italiani che vanno all’estero, scoprono sempre qualcosa che non va. Marco in questo momento è invece un vanto per il Psg. E’ una situazione edulcorata quella che esce fuori. Ci sono tante anime importanti, campioni con il loro carattere e il loro modo d’essere. Bisogna essere bravi a gestirli. Il Psg vuole vincere anche se è alle prese con il fairplay finanziario. Non può spendere più di 60 milioni a stagione, quest’anno l’ha fatto con David Luiz. Non può permettersi un grande mercato se non vende un pezzo importante, ma loro vogliono vincere. Marco e Paul? C’è molta più possibilità di vederli insieme fuori dall’Italia, ma non so dove. Comunque ripeto: non siamo merce di scambio, Verratti ha una sua identità, non deve essere associato a nessuno. Retroscena: De Laurentiis aveva fatto una operazione da 10 milioni di euro col Pescara per Verratti, ma non siamo andati a Napoli perché non avrebbe giocato. Mazzarri non lo riteneva all’altezza fisicamente". 

BLANC LO ACCUSA - L'allenatore del Psg, Laurent Blanc ha dichiarato dopo la vittoria di ieri sera a Lille in semifinale di Coupe de la Ligue: "C'è sempre tensione con Verratti, che non mi fa più ridere perché facendosi ammonire così spesso ci penalizza. Lo adoro, è un ragazzo pieno di talento, ma se continua così avrà dei problemi. Con lui da due anni faccio un lavoro di prevenzione come faceva Ancelotti, lo avverto sempre e per questo l'ho sostituito". 

DIFESO DAI THIAGO - In sua difesa si è schierato Thiago Motta: "Non c'era il cartellino giallo perché non era fallo. Marco è fondamentale per il nostro gioco, ha un carattere forte e spero che non cambi mai. Blanc è stato un giocatore e sa come vanno queste cose". 
Il capitano Thiago Silva ha aggiunto: "Verratti è ancora giovane, ha bisogno di lavorare di più a livello mentale. Ci parlo tutti i giorni, è intelligente e capirà". 

IL PIANO DEL BARCELLONA - Il quotidiano catalano Mundo Deportivo in edicola oggi dedica la prima pagina proprio a Paul Pogba. Il centrocampista francese della Juventus sarebbe il primo obiettivo di mercato del Barcellona in vista del 2016, quando terminerà il blocco agli acquisti imposto dalla Fifa. Sempre secondo il Mundo Deportivo, il Barça confida nell'amicizia tra il nuovo direttore sportivo Ariedo Braida (ex Milan) e l'agente del giocatore, Mino Raiola. Tuttavia su Pogba resta in vantaggio il Real Madrid, anche grazie all'opera di mediazione del suo connazionale Zinedine Zidane. In tal caso il Barcellona ripiegherebbe sullo spagnolo Isco del Real Madrid. 

RAIOLA: 'MKHITARYAN VIA DA DORTMUND' - Tra gli assistiti di Raiola c'è anche Henrikh Mkhitaryan, già nel mirino della Juventus in vista del prossimo mercato estivo. L'agente del nazionale armeno ha dichiarato al portale bulgaro TopSport: "Lui vuole lasciare il Borussia Dortmund a fine stagione, aspettiamo per vedere cosa potremo fare". Mkhitaryan, 26 anni, è sotto contratto fino al 2017 col club tedesco, che nel luglio del 2013 lo acquisto dagli ucraini dello Shakhtar Donetsk per 27,5 milioni di euro. Juventus e Borussia Dortmund si sfideranno agli ottavi di finale in Champions League