31

Juve-Lisandro: accordo, ma il cda Lione dice no.
Bocciata l'intesa Agnelli-Aulas: oggi ultimo tentativo.

Virata Anelka: adesso è a un passo.
Il bomber francese si sta liberando dallo Shanghai, c'è già l'accordo per un contratto fino a fine stagione.
(Tuttosport)
 

Se uno tra Matri o Quagliarella va a Firenze possono arrivare entrambi.
Juve: Anelka in pugno, sprint Lisandro Lopez.
La Juventus si prende una pausa di 24-48 ore per Lisandro Lopez e intanto blocca Nicolas Anelka. La strategia bianconera inizia a delinearsi chiaramente con una settimana di tempo ancora sul calendario. Una strategia a lungo respiro che guarda anche all’estate prossima.

Anelka Il francese dello Shanghai Shenhua ha messo la freccia nella lista delle preferenze bianconere. Ieri Marotta e Paratici hanno in pratica bloccato l’attaccante ex Chelsea che può liberarsi dal club cinese molto più rapidamente di Didier Drogba. Anelka infatti è arrivato ben prima dell’ivoriano e gli resta meno di un anno alla scadenza, a differenza del campione d’Europa in carica che ha un accordo fino al 31 dicembre 2014 e ha giocato in Cina soltanto pochi mesi. Un curioso retroscena va a rafforzare la pista Anelka. La Juventus, visti i buoni rapporti instaurati nel passato, ha chiamato Ancelotti per chiedere un parere sul francese dal momento che lo ha visto recentemente allenarsi con il Psg e che in passato lo ha avuto ai suoi ordini al Chelsea (dal 2009 al 2011). E quindi, anche con questo ulteriore via libera, la trattativa ha subìto un’accelerata.

Lisandro Lopez La Juventus invece ha fermato il carro diplomatico con il Lione per avere Lisandro Lopez. Una pausa di riflessione che non intacca la volontà di avere a disposizione l’attaccante argentino (con passaporto italiano). Il nodo da risolvere rimane sempre la formula: i francesi accettano di cederlo in prestito oneroso, ma con un riscatto obbligatorio. E proprio l’obbligatorietà frena la Juve, che vorrebbe legarla invece a una serie di parametri. Così si attenderà almeno questo weekend ormai alle porte per decidere se andare incontro alle esigenze d’Oltralpe o meno. Lisandro comunque non esclude Anelka. Anzi, possono arrivare entrambi.

Matri e Quagliarella Consapevoli che questa ipotesi è molto concreta, Marotta e Paratici stanno preparando il terreno per una cessione immediata in attacco. E così uno tra Matri e Quagliarella lascerà Torino alla volta di Firenze. Va registrato infatti un certo disgelo tra la società viola e quella bianconera. Montella potrebbe risolvere i problemi offensivi pescando proprio a Torino uno tra Matri (quello che serve di più) e Quagliarella (piace un sacco al tecnico della Fiorentina). La Juventus preferirebbe cedere il secondo, ma ancora non è stato interpellato il diretto interessato. Comunque la cosa che va sottolineata è che Juve e Fiorentina sono ritornate a parlarsi. Un segnale distensivo che potrebbe facilitare la conversazione che sicuramente avverrà durante il prossimo mercato. Oggetto del desiderio Jovetic, il vero top player da regalare a Conte. Provarci avendo addolcito i rapporti magari attraverso il mercato invernale potrebbe essere la strada migliore. Intanto la Juve ha buttato un occhio ancora su Balotelli: chissà che non movimenti gennaio...