15
Mente l'emergenza Covid 19 torna ad assumere proporzioni davvero preoccupanti in Spagna, con 1772 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, si infiamma la polemica tra Napoli e Barcellona dopo le parole di condanna di Aurelio De Laurentiis contro la Uefa per la decisione della Uefa di confermare in Catalogna la disputa del match di ritorno degli ottavi di Champions League (dopo l'1-1 dell'andata). 

Intervistato da BeinSports, il numero uno dei blaugrana Josep Bartomeu ha risposto per le rime: "Non condivido affatto le parole del presidente del Napoli, ha le sue ragioni ma penso sia logico che sia nostra responsabilità tornare alla normalità. E la normalità è che le squadre giochino nei loro stadi. I messaggi allarmistici come i suoi sono dannosi per tutti, il messaggio corretto è quello della Uefa, che cerca di assicurare che la normalità sia massima e che si segua il protocollo. Sono d'accordo con la Uefa e anche con le finali a Lisbona".

Bartomeu ha poi aggiunto: "Dall'inizio abbiamo pensato che avremmo giocato qui, sarebbe stato molto strano non giocare al Camp Nou . La situazione sta migliorando a Barcellona e in Catalogna, le infezioni si stanno attenuando, indossiamo una mascherina e rispettiamo l'igiene al massimo, la situazione è normale".