10
Il difensore ex Inter Marco Andreolli, neo acquisto del Cagliari, ha commentato il suo approdo in terra sarda in un'intervista a Sportitalia.

Sei appena uscito dagli uffici milanesi del presidente Giulini, ti sei legato al Cagliari per le prossime tre stagioni. Perchè Cagliari? E quanto sei soddisfatto di esserti legato ad una squadra ambiziosa?
"Intanto ringrazio il presidente e il direttore per questa opportunità che mi hanno dato, di far parte di un nuovo progetto importante, ambizioso. Ho parlato col presidente e col direttore, dopo quello che mi hanno trasmesso, il loro progetto, da subito ho pensato solo a firmare il contratto, sono contento della scelta che ho preso e non vedo l'ora di iniziare questa nuova avventura".

E' stata una scelta importante la tua, avevi tanto mercato nel momento in cui non hai prolungato con l'Inter. Cosa puoi dare in più al Cagliari che qualche problemino in difesa lo ha avuto nell'ultimo campionato?
"Quello che potrò dare lo si vedrà in campo, io sono contento della fiducia che hanno dimostrato nei miei confronti, della volontà che hanno avuto nel prendermi, sono felice di questo, sono felice di iniziare questa nuova avventura, di iniziarla con questi colori perchè sono dei colori importanti, è una terra molto calda, con un sacco di tifo, non solo a Cagliari, ma è una squadra seguita da un'intera regione, per cui è qualcosa di importante e mi fa piacere che abbiano pensato a me per iniziare un percorso importante".

Ti aspettavi qualcosa di più dall'Inter? Un prolungamento di contratto...
"No, loro prendono le loro decisioni, io adesso all'Inter, a quello che è stato il mio passato, non ci penso e non ci voglio pensare. Sono concentrato al 100% su questa nuova avventura e - ripeto - non vedo l'ora di iniziare, di conoscere i miei nuovi compagni, il mister, iniziare a lavorare e provare a fare qualcosa di bello".

Con Rastelli hai già parlato. Magari ti ha convinto anche lui ad accettare Cagliari...
"Sì, ho avuto un contatto telefonico anche col mister, per cui anche lui ha espresso la sua volontà e il suo piacere nel potermi allenare, quindi chiaramente è stato tutto un insieme di cose a convincermi al 100% a sposare questo nuovo progetto".