1

Per una panoramica sugli imminenti impegni europei delle squadre italiane, passionedelcalcio.it ha intervistato l’ex C.T. della Nazionale italiana, Cesare Maldini. Maldini da giocatore ha indossato, tra gli anni cinquanta e sessanta, la maglia del Milan e nella sua ultima stagione la casacca del Torino. Maldini ha vinto in rossonero quattro campionati, una Coppa dei Campioni e una Coppa della Coppe. Da C.T. dell’Under 21 ha conquistato per ben tre volte gli Europei.

La Roma dovrà fare a meno di Francesco Totti per circa un mese. Il tecnico, Rudi Garcia, punterà su Marco Borriello?
"Dovrebbe essere la scelta più logica anche se Totti e Borriello hanno due ruoli completamente diversi. Garcia potrebbe anche optare per una ‘falsa punta’ schierata in attacco in posizione centrale per non dare riferimento agli avversari come succedeva con la Roma di Spalletti".

In Champions il Milan cosa potrà fare per impensierire il Barcellona?
"Correre tanto. Il Barcellona fa meno possesso palla rispetto agli ultimi anni ma comunque possiede sempre giocatori che preferiscono  portare palla anziché correre dietro al pallone. Per il Milan potrebbe essere la gara della svolta".

Il Napoli con il Marsiglia ha tutto da perdere?
"La classifica dice questo. In Champions però ogni partita porta delle grandi insidie e non è detto che il Marsiglia sia la squadra ‘materasso’ del girone. Il Napoli deve continuare su questa linea".

Chi potrà essere decisivo nella sfida Real Madrid-Juventus?
"Dico Cristiano Ronaldo così ho poche possibilità di sbagliare visto che segna praticamente in ogni partita. La Juve dovrà essere molto aggressiva se vorrà portare a casa dei punti. Il Real è la squadra estera che da sempre apprezzo di più".

In Europa League, la Fiorentina e la Lazio cosa dovranno temere rispettivamente di Pandurii e Apallon?
"Niente. Devono solo pensare a giocare bene. La Fiorentina sarà lanciatissima dopo la straordinaria vittoria sulla Juve. La Lazio invece dovrà ricompattarsi e credere più in se stessa".