Commenta per primo

Uno è di troppo. Forse anche due. L'attacco del Chievo non trova con continuità la via del gol, nonostante vi sia l'imbarazzo della scelta. Corini ha scelto il tridente, avanzando di fatto giocatori come Stoian e Luciano. In attesa pure di Cruzado. Che prima o dopo dovrà essere ripescato. Il risultato più immediato? Ogni partita entrano in ballo per tre posti.

Tanti, troppi. Impossibile non generare malcontento. La lista pare essere senza fine: Pellissier, Thereau, Di Michele, Samassa, Paloschi, Moscardelli, Luciano, Stoian e pure Cruzado. Senza dimenticare che Corini a Napoli ha schierato Marco Rigoni nel tridente. Ora, il tempo delle sperimentazioni sembra essere finito. Ed il rischio è quello di vedere almeno tre o quattro giocatori restare sistematicamente fuori dai giochi.

Chi però? Di Michele ha perso minutaggio. Moscardelli non si è visto, Samassa solo per brevi apparizioni. Rigoni viaggia tra mediana e attacco. Stoian pare aver goduto già dei suoi bonus. Corini dovrà gestire come un consumato vigile di metropoli questo incredibile assembramento. Mica facile. Probabilmente il mercato gli darà una mano. Ma intanto uno (due o forse tre...) è di troppo.