30
Modifiche importanti, modifiche decisive. Nel pomeriggio di oggi, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha annunciato: "Oggi abbiamo pubblicato ufficialmente il protocollo che consente alle squadre di riprendere gli allenamenti. E' arrivato l'ok dal Comitato tecnico scientifico". Aggiustati, dunque, alcuni passaggi: tra questi spicca la possibilità di disputare partitelle, la mancata quarantena per chi torna dall'estero e soprattutto la mancata quarantena totale di squadra in caso di un soggetto positivo.

IN CASO DI POSITIVITA' - Partiamo proprio da questo ultimo punto. Se nelle disposizioni precedenti veniva raccomandato l'isolamento per tutto il gruppo, ora le misure cambiano. In caso di positività, solo i soggetti coinvolti saranno in quarantena, mentre le squadre resteranno isolate ma con la possibilità di allenarsi: "I soggetti Covid+ dovranno osservare un periodo individuale di graduale ripresa nei successivi 15 gg prima di iniziare gradualmente gli allenamenti e sotto l’attento controllo del Responsabile sanitario, che a suo giudizio potrà ampliare test ed esami. [...] Tutti gli altri componenti del GRUPPO Squadra verranno sottoposti ad isolamento fiduciario presso una struttura concordata; saranno sottoposti ad attenta valutazione clinica sotto il controllo continuo del Medico Sociale, saranno sottoposti ad esecuzione di Tampone (anche rapido) ogni 48h per 2 settimane, oltre ad esami sierologici da effettuarsi la prima volta all’accertata positività e da ripetersi dopo dieci giorni, o secondo periodicità o ulteriore indicazioni del CTS. Nessun componente del suddetto GRUPPO Squadra potrà avere contatti esterni, pur consentendo al gruppo isolato di proseguire gli allenamenti". Altro punto importante è la mancata quarantena per chi fa ritorno in Italia. 
SI' ALLE PARTITELLE - Il secondo punto importante riguarda le partitelle: se prima erano concessi gli allenamenti individuali, ora - previo tampone negativo - è arrivato il via libera per le partitelle. Nel protocollo non vi sono infatti riferimento alle sedute individuali, mentre al termine dell'allenamento i giocatori dovranno tornare al proprio domicilio: "Nella fase iniziale l’allenatore e lo staff tecnico indosseranno sempre mascherina manterranno una distanza minima di almeno 2 metri l’uno dall’altro. I soggetti appartenenti al GRUPPO Squadra dovranno raggiungere il Luogo e far ritorno al domicilio al termine dell’allenamento con mezzi propri e rispettando le misure anti contagio".