4
GENOA-PARMA 1-2
 
Paleari 6:
Gervinho gli rovina il debutto in A fin da subito. Si rifà a fine primo tempo con un grande riflesso sullo stesso ivoriano che tiene in piedi il Grifo. Non impeccabile sul tiro del raddoppio.
 
Bani 5,5: troppo passivo nel primo tempo, prova a trasformarsi nella ripresa, tirando fuori i denti e travestendosi anche da regista arretrato.
(dal 44’ st Destro SV)
 
Zapata 4,5: disorientato dalla velocità di Gervinho non riesce minimamente ad arginarlo. Mostruoso l’errore con cui regala il raddoppio all’ivoriano.
 
Goldaniga 6: provvidenziali un paio di recuperi iniziali su Gervinho e Cornelius. E’ senza dubbio quello che balla meno là dietro e quando può prova anche a farsi vedere in avanti. Con scarsa fortuna.
 
Ghiglione 5: un anno fa di questi tempi veleggiava tra i migliori assist-man del campionato. Oggi fatica anche nei passaggi più semplici. Corre tanto ma i suoi cross e anche i suoi tiri sono tutti alla ‘spera in Dio’.
(dal 37’ st Parigini SV: pochi minuti con tanta voglia)
 
Lerager 5: tanta corsa ma poca sostanza per il danese, non sempre impeccabile soprattutto quando deve aiutare i compagni del reparto arretrato.
(dal 24’ st Zajc 5: lento e prevedibile. Esattamente il contrario di ciò che Maran si attende da lui).
 
Badelj 5,5: fosforo in quantità industriale per cercare di dare senso alla manovra rossoblù. Da una sua percussione nasce il gol della speranza. Ma sono molti anche gli errori che commette, come la distrazione che vale il raddoppio del Parma.
(dal 37’ st Pjaca SV)
 
Sturaro 5,5: terza da titolare in una settimana dopo il lungo stop per il capitano di serata. L’inesauribile dose di grinta e dinamismo contagia i compagni anche se spesso sfocia in confusione. 
 
Pellegrini 6,5: spinge come un pazzo sul binario di sinistra imbarazzando un Busi visibilmente disorientato. Ottimi anche gli assist che scodella in area gialloblù. Ma sembra predicare nel deserto.
 
Shomurodov 6,5: regala i primi sprazzi della classe che in patria in molti gli riconoscono festeggiando anche la prima gioia in A con un gol da bomber vero. Pazzesca la giocata che al 20’ gli permette di arrivare solo davanti a Sepe, dove però manca della necessaria freddezza.
(dal 24’ st Pandev 5: l’uomo della provvidenza questa volta non riesce a dare la scossa).
 
Scamacca 5: ha subito la palla buona per far male ma pecca di precipitazione. Poi spreca a due metri dalla linea bianca una palla di Pellegrini solamente da soffiare in rete. Errori gravi che ne condizionano il resto di una serata decisamente negativa.
 
All. Maran 5: dopo aver fallito i test con Torino e Udinese non poteva concedersi ulteriori passi falsi. E invece fa altrettanto anche il Parma, mettendo probabilmente la parola fine alla sua sfortunata esperienza in rossoblù. L'errore principale è l'atteggiamento con cui i suoi scendono in campo, travolti dall'opposto vigore mostrato dai gialloblù. Ora non gli resta che appellarsi al buon cuore di Preziosi.