11

Mauro Icardi ha concesso una lunga intervista ai microfoni di Sky Sport raccontando la stagione dell'Inter e gli obiettivi per il futuro: "Volevamo essere a Natale lassù dove siamo. Ne parlavo con Wanda e dicevo che l'Inter di quest'anno sarebbe stata diversa. Possiamo lottare per qualcosa di importante. Volevamo fare un grande campionato e fare una grande impresa. Quest'anno io mi sono anche consolidato nella squadra, sono stato capocannoniere, la società mi ha fatto il rinnovo, mi ha dato la fascia di capitano. E' una cosa che mi ha dato morale per andare avanti e per fare il meglio possibile per la squadra. Da Pupi qualche consiglio mi è arrivato ma, come dico sempre, quello che porta la fascia non è la persona più importante".

TUTTI UTILI NESSUNO INDISPENSABILE - "Con Miranda e Murillo stiamo facendo benissimo in fase difensiva. Possiamo giocare tutti e questo il mister l'ha fatto vedere in tutte le partite. Nessuno è indispensabile e nessuno deve stare fuori sempre. Abbiamo giocatori come Jovetic, Ljajic, Perisic e Brozovic e non serve tanto il mio aiuto per prendere la palla fuori area".

INTESA CON JOVETIC - "L'intesa con Jovetic è normale. Ci vogliamo bene, scherziamo tutti insieme, non ci sono gruppi diversi, stiamo tanto insieme e questo ci aiuta tanto"

FUTURO ALL'INTER - "Il calcio è la mia vita. Avere a casa mia moglie e i bambini mi aiuta ad affrontare tutto tranquillamente. Ho un contratto fino al 2019, poi se vado avanti e continuo a fare bene sicuramente arriva il rinnovo, a Milano mi trovo benissimo, non solo io ma anche la mia famiglia. Avevo scelto l'Inter per questo, perché mi trovo benissimo".