215
Stefano Sensi piace al Barcellona. Piace tanto, non da oggi. Perché trova conferme l'indiscrezione lanciata da Sport, quotidiano catalano molto vicino al Barça: la dirigenza blaugrana si è davvero informata su Sensi durante il blitz del ds nerazzurro Piero Ausilio a Barcellona ormai due settimane fa. Non solo i nomi di Rakitic (molto freddo), Vidal, Lautaro & co sul tavolo di uno scambio di idee, non di certo di una trattativa allargata o ipotesi fantasiose del genere. Inter e Barça sono in ottimi rapporti, hanno affrontato diversi temi e i catalani hanno ribadito il gradimento per Sensi.


COM'E' ANDATA - Riavvolgiamo il nastro: l'a.d. del Sassuolo Giovanni Carnevali ha più volte confermato che il Barça aveva preso informazioni sul centrocampista della Nazionale già al Sassuolo stesso, ai tempi della trattativa per Marlon e anche in seguito. L'Inter lo ha preso in fretta, un'operazione in prestito con diritto di riscatto conclusa in 24 ore che si è rivelata magistrale. La dirigenza blaugrana ha continuato a seguirlo, ne ha notato l'esplosione in nerazzurro e lo ha sottolineato in rosso dopo il match al Camp Nou quando Sensi ha fatto ancora una volta benissimo contro Messi e compagni.

INTOCCABILE - Sì, Stefano è sulla lista alla voce 'centrocampisti' per il Barça e i catalani hanno chiesto di essere informati nel caso in cui arrivassero offerte all'Inter da altri club per Sensi. In ogni caso, un imprescindibile per Antonio Conte oggi, a gennaio e anche nell'estate 2020 quando si ripartirà anche da lui. Ma se arrivassero proposte importantissime, il Barcellona ha fatto sapere di essere pronto a valutare l'idea di entrare in scena. Una presa di posizione ulteriore sul centrocampista che ha stupito di più in questo inizio di stagione nerazzurro. Il Barça osserva, l'Inter lo blinda: palla a Sensi.