372
Due anni ancora di contratto con la Juventus e una clausola rescissoria da 125 milioni di euro: ingredienti che spaventerebbero tutte le squadre interessate a Matthijs de Ligt. O meglio, quasi tutte. Perché in queste settimane c'è un club che ha iniziato a pensare seriamente al difensore olandese e ha poi trasformato questo pensiero in azioni sempre più concrete per cercare di strapparlo ai bianconeri: il Chelsea.

OFFERTO WERNER -blues hanno avviato i primi contatti indiretti con Federico Cherubini e i suoi collaboratori, per capire che margine di manovra ci sia per portare a Londra de Ligt: a Tuchel servono disperatamente difensori visti gli addii di Rudiger e Christensen e un profilo come quello del classe '99 si sposerebbe perfettamente con le idee dell'allenatore tedesco. L'ostacolo è rappresentato dalla volontà della Juve di non scendere troppo sotto il valore della clausola per separarsi dall'ex capitano dell'Ajax. Così, il Chelsea ha provato a inserire una contropartita tecnica: Timo Werner.

LA RISPOSTA - L'attaccante tedesco, come Lukaku, non è riuscito a imporsi a Stamford Bridge e, soprattutto nell'ultima stagione, non ha trovato molto spazio nella formazione titolare. Per questo vedrebbe di buon occhio un trasferimento a Torino, così come dalle parti della Continassa apprezzano le qualità dell'ex Lipsia. Ma, in aggiunta al suo cartellino, vorrebbero una cifra vicina ai 70/80 milioni di euro: troppi per il club inglese, che non intende spenderne più di una trentina. Per questo, servirà parlare e trattare ancora: i dialoghi per de Ligt sono appena cominciati.