46
Queste le pagelle dell'Empoli

Vicario 7: non può nulla sul gol di D’Ambrosio, ma nella ripresa si esalta respingendo un con miracolo un colpo di testa ravvicinato di Lautaro. 

Stojanovic 5,5: inizia bene e addirittura impensierisce Handanovic con un gran destro da fuori. Alla lunga cala di intensità e si perde Dimarco in occasione del raddoppio nerazzurro.  

(Dal 37’ s.t. Fiamozzi sv).

Ismajli 5,5: soffre la velocità di Lautaro e gli inserimenti senza palla di Sanchez

Luperto 5,5: un intervento miracoloso di D’Ambrosio sulla linea gli nega la gioia del gol. Poi è lo stesso difensore nerazzurro a superarlo in occasione della rete che sblocca l’incontro. 

Parisi 6: buon esordio dal primo minuto per il terzino classe 2000. Spinge con coraggio e tiene testa ad un esterno navigato come Darmian. 

Zurkowski 5,5: ci mette la solita generosità, ma non incide nella fase di possesso palla.

(Dal 23’ s.t. Asllani 6: entra a risultato acquisito e non fa in tempo a far vedere niente del gran bene che si dici su di lui). 

Ricci 4,5: in difficoltà in mezzo alla fisicità dei mediani azzurri, termina anzitempo la sua gara con una entrataccia su Barella che gli costa l’espulsione. 

Bandinelli 5,5: Barella è un avversario piuttosto complicato e di fatto non riesce mai ad entrare nel vivo del gioco 

(Dal 23’ s.t. Henderson 6: buon ingresso dello scozzese che cerca di infilarsi tra le maglie del centrocampo nerazzurro, i suoi compagni però ci credono poco). 

Bajrami 5,5: serve a Luperto la palla del vantaggio non capitalizzata, poi niente più. Tra le linee non trova spazi, quindi tende ad allargarsi ma non riesce mai ad incidere.

(Dal 12’ s.t. Haas 5,5: si limita a coprire senza concedersi praticamente nessuna sortita offensiva).  

Pinamonti 5,5: lotta con determinazione con i difensori nerazzurri, ma sono rare le occasioni in cui riesce a conquistare metri o palloni importanti. 

Cutrone 5: un colpo di testa e un altro tiro fuori dallo specchio, troppo poco per mettere paura all’arcigna difesa interista.

(Dal 23’ s.t. Mancuso 5,5: pochi tocchi e nessuna conclusione degna di nota nella mezzora, recupero compreso, che Andreazzoli gli concede). 

All. Andreazzoli 5,5: si presenta con una formazione spregiudicata e fino alla rete del vantaggio ospite se la gioca alla pari. Nella ripresa la sua squadra rimane in 10 e, in quell’esatto momento, sparisce dal campo senza più rientrare in partita.

(Carlo Alberto Pazienza)


Questi i voti dell'Inter

Handanovic 6: Si distende sulla bella conclusione dalla distanza da parte di Stojanovic. Si esibisce in una giocate verticale in stile Verona e avvia il contropiede dell’Empoli, che porta Cutrone in zona gol. Salva D’Ambrosio con un intervento dubbio.

D’Ambrosio 7,5: Esce dalla naftalina e decide la partita con tre giocate: un salvataggio sulla linea con le due squadre sullo 0-0, l’intervento su Cutrone in area di rigore, il gol dell’1-0 con un bellissimo gol di testa. La sua risposta ad Inzaghi è un compendio di concretezza.

De Vrij 6,5: Respinge gli attacchi di Cutrone e Pinamonti senza alcun affanno. Chiffi gli sventola in faccia un giallo assolutamente ingiusto.

(Dal 35’ Kolarov: s.v.)

Bastoni 6,5: Il primo intervento difensivo della partita è il suo, al 1’ su Pinamonti, ed è subito importante. Gioca con buon ritmo e rimane più basso del solito. Passi avanti dopo un periodo di appannamento.

Darmian 6,5: Altra partita priva di sbavature. Fa il suo, senza mai esagerare, ma il suo è comunque un contributo che sazia. Offre un bell’assist a Lautaro, ma il colpo di testa dell’argentino trova pronto Vicario.

Barella 7: Indemoniato, tampona e riparte, accorciando e allungando la squadra come una fisarmonica, sempre con strappi poderosi. Va via anche a Ricci costringendolo al rosso, episodio che di fatto incanala la partita.

Brozovic 6,5: Inizia con qualche difficoltà, poi lentamente trova spazio e riesce a prendere in mano le redini del gioco.
(Dal 27’ s.t. Vecino: s.v.)

Gagliardini 6: Da diga in mezzo al campo, tiene botta quando l’Empoli prova l’approccio aggressivo al match. Il palo colpito è più un gol sbagliato che altro.

(Dal 34’ s.t. Sensi: s.v.)

Dimarco 7: Spariglia le carte con inserimenti a fari spenti e un sinistro che crea caos e apprensione. Trova il gol su assist di Lautaro e ne sfiora un altro da fuori area.

Sanchez 6,5: Questa volta gli manca solo il gol, tutto il resto lo fa bene. Compreso l’assist, bellissimo, per D’Ambrosio. Si scioglie sul più bello quando scivola lanciato contro Vicario e perde il tempo per la battuta a rete.

(Dal 27’ s.t. Correa: s.v.)

Lautaro 6,5: Meno frizzante di Sanchez, ma cerca il gol e solo un grande intervento di Vicario gli nega la gioia dopo un bel colpo di testa. Si consola con l’assist del 2-0 per Dimarco, confezionato dopo una bella azione personale sulla fascia destra del campo.

(Dal 34’ s.t. Dzeko: s.v.)


Farris 6,5: Partenza prudente, in cui l’Inter studia gli avversari. Poi i nerazzurri guadagnano campo e meritano la vittoria.

Queste le pagelle dell'Empoli

Vicario 7: non può nulla sul gol di D’Ambrosio, ma nella ripresa si esalta respingendo un con miracolo un colpo di testa ravvicinato di Lautaro. 

Stojanovic 5,5: inizia bene e addirittura impensierisce Handanovic con un gran destro da fuori. Alla lunga cala di intensità e si perde Dimarco in occasione del raddoppio nerazzurro.  

(Dal 37’ s.t. Fiamozzi sv).

Ismajli 5,5: soffre la velocità di Lautaro e gli inserimenti senza palla di Sanchez

Luperto 5,5: un intervento miracoloso di D’Ambrosio sulla linea gli nega la gioia del gol. Poi è lo stesso difensore nerazzurro a superarlo in occasione della rete che sblocca l’incontro. 

Parisi 6: buon esordio dal primo minuto per il terzino classe 2000. Spinge con coraggio e tiene testa ad un esterno navigato come Darmian. 

Zurkowski 5,5: ci mette la solita generosità, ma non incide nella fase di possesso palla.

(Dal 23’ s.t. Asllani 6: entra a risultato acquisito e non fa in tempo a far vedere niente del gran bene che si dici su di lui). 

Ricci 4,5: in difficoltà in mezzo alla fisicità dei mediani azzurri, termina anzitempo la sua gara con una entrataccia su Barella che gli costa l’espulsione. 

Bandinelli 5,5: Barella è un avversario piuttosto complicato e di fatto non riesce mai ad entrare nel vivo del gioco 

(Dal 23’ s.t. Henderson 6: buon ingresso dello scozzese che cerca di infilarsi tra le maglie del centrocampo nerazzurro, i suoi compagni però ci credono poco). 

Bajrami 5,5: serve a Luperto la palla del vantaggio non capitalizzata, poi niente più. Tra le linee non trova spazi, quindi tende ad allargarsi ma non riesce mai ad incidere.

(Dal 12’ s.t. Haas 5,5: si limita a coprire senza concedersi praticamente nessuna sortita offensiva).  

Pinamonti 5,5: lotta con determinazione con i difensori nerazzurri, ma sono rare le occasioni in cui riesce a conquistare metri o palloni importanti. 

Cutrone 5: un colpo di testa e un altro tiro fuori dallo specchio, troppo poco per mettere paura all’arcigna difesa interista.

(Dal 23’ s.t. Mancuso 5,5: pochi tocchi e nessuna conclusione degna di nota nella mezzora, recupero compreso, che Andreazzoli gli concede). 

All. Andreazzoli 5,5: si presenta con una formazione spregiudicata e fino alla rete del vantaggio ospite se la gioca alla pari. Nella ripresa la sua squadra rimane in 10 e, in quell’esatto momento, sparisce dal campo senza più rientrare in partita.

(Pasquale Guarro)