132
Prima le uscite, ora più che mai fondamentali. Poi gli acquisti, che in casa Juve ora si stanno ricalibrando dopo la rivoluzione dello scorso weekend. Un esterno sinistro, uno o due centrocampisti, una punta o due. In mediana le attenzioni non sembrano più rivolte verso un regista puro, non necessario nella Juve di Andrea Pirlo, d'altronde un altro come lui semplicemente non c'è. E in questi giorni sono ripresi i contatti tra Torino e Madrid, sponda Atletico, per un altro giocatore da tempo nel mirino: Thomas Partey.

PROFILO GIUSTO – Che ci sia una mediana a due o un centrocampo a tre, che faccia da vertice basso per proteggere la difesa o la mezzala, Thomas piace. Pure tanto. E già da tempo ha fatto intendere che lascerebbe Madrid nel caso in cui arrivasse l'opportunità giusta. Solo che piace a tanti, non solo alla Juve. Con l'Atletico che per tradizione non ritiene nessuno incedibile, pur fissando prezzi decisamente alti. Ha 27 anni, un contratto in scadenza nel 2023, non può valere meno di 40-50 milioni per i Colchoneros, ammesso che bastino.
L'IDEA – Ma la Juve ci prova. Provando a disegnare un altro scambio importante, chiedendo all'Atletico Madrid di pescare più o meno liberamente da quella parte di rosa che è tutt'altro che incedibile. Due i nomi che principalmente potrebbero stuzzicare la fantasia di Diego Simeone, almeno secondo la visione bianconera: Federico Bernardeschi e Douglas Costa, per diversi motivi in uscita e per diversi motivi a caccia di rilancio. Due giocatori che piacciono al Cholo, a patto che possano tornare sui livelli migliori, per quanto riguarda Bernardeschi quelli che la scorsa stagione aveva toccato proprio contro l'Atletico. Fase embrionale ancora, nuovi contatti e parti che ci riflettono. Ma l'idea Thomas c'è, la Juve ci prova.