71
Presente e futuro, in casa Juventus negli ultimi anni si intrecciano costantemente, soprattutto in sede di mercato. La società bianconera è alla ricerca degli ultimi tasselli da regalare a Massimiliano Allegri per rinforzare la squadra, ma lavora in parallelo per garantirsi i talenti del futuro. Oltre al genoano Pietro Pellegri, nel mirino dei bianconeri è finito il 18enne Marcus McGuane dell'Arsenal. Dall'Inghilterra rimbalza la notizia del possibile ingaggio del centrocampista, cresciuto nel vivaio dei Gunners. Un'occasione di mercato in chiave futuro, perché McGuane non ha ancora deciso con chi firmare il primo contratto da professionista. Arsene Wenger in prima persona si è mosso per convincere il giovane inglese a restare nel nord di Londra, ma le proposte sul tavolo di McGuane sono allettanti. 

COI GRANDI - Così come per Paul Pogba e Kingsley Coman, la Juventus c'è. Gli osservatori bianconeri hanno seguito da vicino McGuane nei tornei giovanili e hanno proposto al giocatore il primo contratto da professionista. McGuane è un centrocampista moderno, proprio "alla Pogba" per intenderci. Abile soprattutto in fase offensiva, ma impiegato anche davanti alla difesa nelle giovanili dei Gunners. L'anno scorso Arsene Wenger, dopo gli infortuni di Laurent Koscielny e Gabriel Paulista, provò proprio McGuane in allenamento accanto a Shkordan Mustafi in vista del derby di Londra contro il Chelsea di Antonio Conte valido per la FA Cup poi vinta dai Gunners. Nei preparativi pre-finale, McGuane si mise in luce per degli interventi difensivi su Mesut Ozil e Alex Oxlade-Chamberlain. Wenger lo stima e anche durante l'estate lo ha aggregato alla prima squadra, ma McGuane si immagina un futuro lontano dall'Arsenal.

LA JUVE C'È - La Juventus è in pole position, ma non è l'unica squadra interessata al gioiello dei Gunners. In corsa ci sono anche Manchester United, Manchester City e Napoli, coi Red Devils di José Mourinho molto attenti alla situazione di McGuane. Sei presenze nella scorsa edizione della Uefa Youth League, dove la Juventus ha avuto modo di ammirarne le qualità. Nelle prime due partite di campionato dell’Arsenal Under 23, impegnato in Premier League 2, McGuane è subentrato a gara in corso. Il classe 1999 di origini irlandesi ha esordito con la nazionale irlandese Under 17 nel 2015, salvo poi scegliere quella inglese. Sono ben 16 le presenze collezionate da McGuane con le nazionali Under 17 e Under 18 dell’Inghilterra. L’esordio con l’Under 18 avvenne proprio contro l’Italia, in un match vinto per 2-1 dagli inglesi. McGuane nel match disputato il 1 settembre 2016 ad Highbury Stadium subentrò a Dennis Adeniran in mediana, davanti alla difesa. Contro l’Italia dei baby Gabbia e Frattesi. 

PARAMETRO ZERO - Italia, la prossima possibile meta calcistica di McGuane. La Juventus, sempre attenta ai giovani giocatori, fa sul serio ed è la principale rivale dello United di José Mourinho nella corsa al classe 1999. Gli ultimi giocatori arrivati a parmetro zero hanno contribuito con un ruolo di spicco alle vittorie bianconere: da Andrea Pirlo a Dani Alves, passando per Paul Pogba e Kinglsey Coman, senza dimenticare Sami Khedira. Giuseppe Marotta e Fabio Paratici sono pronti a ingaggiare un altro giocatore a parametro zero, ancora una volta dall'Inghilterra come il Polpo Pogba, arrivato dal Manchester United e poi rivenduto sempre agli inglesi per oltre 100 milioni di euro. Saranno giorni intensi per i dirigenti bianconeri, ma non solo per ingaggiare Spinazzola, Keita e Strootman. Nel mirino restano anche i giovani, per iniziare a costruire la Juventus del futuro.