L'Inter non si lascerà sfuggire Andrei Radu, anzi lo riporterà a casa. Tutta la dirigenza nerazzurra ormai è concorde: il portiere classe '97 del Genoa sta vivendo una stagione a livelli altissimi, la sua prima in Serie A con tante prestazioni importanti e gli occhi addosso di diversi club, la Roma con Monchi ci aveva fatto più di un pensiero per giugno prima che il ds spagnolo salutasse la Capitale. Non avrebbe avuto comunque alcuna speranza di sorpasso perché l'Inter ha in pugno Radu, ne ha gradito moltissimo i progressi e sta già lavorando per la recompra da giugno. CIFRE E PERCORSO - Non c'è tempo da perdere né alcun dubbio da fugare: il romeno è un portiere che vale secondo tutti i dirigenti dell'Inter, ha dato risposte ottime nonostante il Genoa abbia vissuto una stagione complicata e soprattutto è stato tra i migliori giovani in assoluto della Serie A. Ecco perché l'idea è di attivare la clausola di riacquisto da 12 milioni per la prossima estate, anche perché riportarlo a casa nel 2020 significherebbe invece dover versare 15 milioni (3 in più) nelle casse di Preziosi. Nel giro del prossimo mese sarà aperto il tavolo delle trattative col Genoa che potrà comprendere anche altri discorsi di giovani, prestiti e altri ri-acquisti (vedi Salcedo, autore di una super stagione in Primavera con l'Inter). Ma la direzione è presa: Radu sarà dell'Inter e l'opzione più forte rimane quella di un nuovo prestito per farlo giocare e maturare, Handanovic infatti sarà il titolare nerazzurro almeno per un altro anno.