Calciomercato.com

Lazio, Lotito: 'I partenti verranno sostituiti da giocatori più forti. Su Inzaghi...'

Lazio, Lotito: 'I partenti verranno sostituiti da giocatori più forti. Su Inzaghi...'

Durante l'evento "Di padre in figlio", ha preso parola anche il presidente della Lazio Claudio Lotito. Queste le sue dichiarazioni, riportate da lalaziosiamonoi.it: ”La società non ha nessun interessa a vendere nessuno. L’unico problema è che i giocatori non sempre sono delle bandiere e preferiscono altre soluzioni. Quello che ricaveremo dalle cessioni lo utilizzeremo per prendere altri giocatori più forti. Qualunque cosa succederà, la società rinforzerà la squadra e prenderà qualcuno ancora più forte. Noi non abbiamo bisogno di vendere. Alcuni giocatori abbiamo fatto di tutto per trattenerli, ma se non accetteranno, ce ne faremo una ragione. Abbiamo fatto una programmazione di crescita. Noi vogliamo delle persone che combattono per la Lazio, che abbiano senso dell’attaccamento. Abbiamo fatto un bel gruppo, se qualcuno andrà via speriamo di sostituirli con altri giocatori migliori. I nostri giocatori devono scendere in campo seguendo il nostro motto che è “non mollare mai”.

INZAGHI - "I primi giorni che ho preso la Lazio, lui aveva un contratto di 4,3 milioni di euro ed era in scadenza. Io l’ho convocato e gli ho prolungato il contratto, proponendogli 5,3 milioni in 5 anni. Allora il procuratore è rimasto basito, e invece Inzaghi mi ha fatto un discorso che mi ha lasciato colpito, dicendomi che mi stimava per quello che stavo facendo, che avrebbe aderito e che dopo a fine carriera avrebbe voluto fare l’allenatore. Quando ha ultimato il contratto, ha iniziato da subito a fare l’allenatore degli allievi, poi si è conquistato tutto da solo. Non l’ho confermato subito perché il nostro accordo era che se avesse fatto 5 vittorie lo avrei riconfermato. Quest'estate quando l'ho convocato a Formello pensava di firmare il contratto per la Salernitana, e invece gli ho fatto firmare quello della Lazio".
 

Altre notizie