348
Il sorteggio di Champions League e non solo. Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, ha parlato a Italia 1 anche di calciomercato. Queste le sue parole sugli obiettivi bianconeri per questi ultimi scoppiettanti giorni di mercato: “Champions League? Le mie sensazioni sono quelle che ogni girone racchiude in sé delle insidie. L'importante è arrivare a tutte le partite nel modo giusto. Lo spessore delle avversarie chiaramente è differente da uno all'altro, però il destino dipende da noi".

BARCELLONA - “In questo momento è indebolito, perché un'assenza come Neymar sicuramente pesa molto. Bisogna vedere in questi giorni come intendono sostituirlo. E' comunque un gruppo di giocatori, una squadra molto pericolosa, perché ha della grande qualità”.

ANDRÉ GOMES - “Col Barcellona ci sono ottimi rapporti, si è parlato anche oggi, ha parlato molto il nostro presidente di questioni politiche ed europee, di calcio non abbiamo parlato. Il discorso di André Gomes è stato messo alla ribalta un po' da voi giornalisti, noi non abbiamo assolutamente approfondito né intavolato una trattativa in questi giorni. In questo momento non è un obiettivo, ma mancano ancora 5-6 giorni e stiamo lavorando, non voglio sbilanciarmi”.

MERCATO - "Cerco di farmi capire, anche se uso un linguaggio un po' criptato: dico che la squadra, o quantomeno la rosa, è già competitiva di per sé per i nostri obiettivi. Non credo ci siano delle grandi opportunità per noi, perchè inserire un giocatore ha significato solo ed esclusivamente se questo giocatore alza il livello di qualità e di importanza della rosa. Stiamo valutando alcune opportunità nel settore difensivo dove  penso interverremo sicuramente prima della fine di questa campagna trasferimenti. Sono stato chiaro? Se in questo momento riuscissimo a trovare uno eclettico che possa fare il difensore di fascia e il difensore centrale sarebbe meglio".
HOWEDES - “Non nascondiamo che abbiamo avuto dei contatti, ha un profilo molto interessante ma dobbiamo affrontare con lui i discorsi contrattuali e con lo Schalke i discorsi sul cartellino. Diciamo che è più di un’ipotesi”.

MARCHISIO - "Se c’è stato un momento in cui ho temuto che Marchisio lasciasse la Juventus? Non ho mai temuto, perché conosco Marchisio: per giocatori come lui è difficile lasciare la propria squadra, per il legame emotivo che ha".

SPINAZZOLA - Giuseppe Marotta a Sky Sport ha parlato anche di Leonardo Spinazzola: "Incontro con l'Atalanta? Si è parlato tanto, ma poco di Spinazzola. C'era questa opportunità di mettere in rosa questo giocatore del nostro settore giovanile, ma dobbiamo rispettare gli accordi che sono stati presi e colgo l'occasione per invitare Spinazzola a stare tranquillo: la Juve ha fiducia in lui".