Il centrocampo del Milan è un problema non solo in campo, contro l'Empoli sono emersi ancora una volta tutti i limiti del reparto, ma anche in tribuna, dove a tenere banco sono le questioni di mercato: escluso per la seconda partita consecutiva, José Mauri è un rebus tutto da risolvere. Messo alla porta dalla società, che vorrebbe cederlo in prestito per lasciarlo maturare, l'ex prodigio del Parma ha fatto sapere di non aver alcuna intenzione di lasciare i rossoneri, anche se le continue esclusioni possono indurlo a cambiare aria in questi ultimi due giorni di mercato. L'Atalanta, nonostante le smentite, è la squadra più avanti: gli orobici hanno opzionato il classe '96 come sostituto di Carmona (diretto a Udine), prestito secco fino al termine della stagione ma manca ancora l'ok di Mauri. Nelle ultime ore però può prendere corpo una nuova ipotesi per lui: il Sassuolo è un'idea last-minute.

ARIA DI CASA E UN RETROSCENA - Arrivato giovanissimo in Emilia, questa viene considerata da Mauri la sua casa: la famiglia infatti, nonostante l'addio al Parma, risiede ancora in quelle zone e la prospettiva di riavvicinarsi ai propri cari potrebbe ammorbidire il no secco dato finora all'ipotesi prestito. Il feeling tra il Sassuolo e Mauri poi non è storia nuova: già nella scorsa stagione infatti il centrocampista è stato a un passo dal vestire la maglia neroverde. Prima di sposare il progetto tecnico del Milan e firmare per i rossoneri, Mauri è stato a un passo dal passare alla Juventus, che per lui aveva già in mente un percorso di crescita fuori sede, proprio a Sassuolo: l'italo-argentino sarebbe stato subito girato in prestito agli emiliani, sulla scia delle esperienze di Berardi e Zaza, per poi rientrare alla base una volta ritenuto maturo. Storia vecchia dunque, pronta ora a tornare di moda a poche ore dalla chiusura del mercato.

TRA NECESSITA' E BUONI RAPPORTI - Una trattativa ancora tutta da sviluppare, per ora non c'è stato più che qualche sondaggio nelle scorse settimane, ma possibile per ragioni tecniche: la vittoria contro il Napoli nel primo turno ha dato grande fiducia allo spogliatoio del Sassuolo ma a centrocampo c'è ancora una casella libera, casella che potrebbe essere riempita proprio da un giovane in prestito. Mauri ha il profilo ideale: 19 anni ma già 36 presenze in Serie A ed è nel giro delle Nazionali giovanili (Di Biagio lo ha convocato con l'Italia Under 21). L'operazione poi può essere favorita dai buoni rapporti tra la società neroverde e il Milan: situazione tutta da monitorare, domani il futuro di Mauri sarà rivelato.

Federico Albrizio
@Albri_Fede90