Al termine di Milan-Cagliari, il tecnico rossonero Gennaro Gattuso è intervenuto a Sky Sport: "Rodriguez è un giocatore bravo, pulisce anche i palloni sporchi e quest'anno spinge anche di più. La vittoria? Siamo stati bravi, abbiamo espresso un buon calcio. Non mi è piaciuto l'atteggiamento delle mezzali nel primo tempo, si abbassavano troppo a giocare, ma la squadra mi è piaciuta ed è da un po' di tempo che mi piace. Stiamo riuscendo a fare bene entrambe le fasi. Oggi a tratti siamo stati sfortunati, ma è stata una buona partita. Come si fa a rimanere al quarto posto? Fame, voglia di allenarsi e di stare insieme. Non voglio sentire la parola 'io' ma 'noi'. Dobbiamo essere bravi a mettere la squadra al primo posto. E' tanti anni che si arriva ad aprile già fuori dalla Champions League, la nostra bravura deve essere di arrivare a giocarcela fino alle ultime partite. Calhanoglu? Andiamo a misurare quello che fa nei novanta minuti. E' vero che mi aspetto di più da lui perché ha balistica, oggi ha tirato ma è stato sfortunato, poi bisogna vedere i chilometri che macina, la posizione che tiene, il lavoro che fa. E' un giocatore che l'anno scorso ha abituato forse troppo bene i tifosi, ma mi piace come interpreta il ruolo. Lui non è un vero attaccante esterno, lo so anche io, può fare la mezzala o la mezza punta, ma riesce a fare entrambe le fasi con grande qualità. Milan cambiato? Nelle prime partite abbiamo espresso un calcio incredibile e ci siamo fatti i gol da soli, poi da cinque partite la squadra sta iniziando a palleggiare e giocare come vogliamo noi. Il segreto in questo momento è questo, pensare di giocare entrambe le fasi, poche squadre al mondo si possono permettere di lasciare quattro giocatori avanti. Abbiamo iniziato a far girare bene la palla, dobbiamo continuare su questa squadra qua. Bakayoko con il rientro di Biglia? E' un problema e lo risolveremo. Biglia è stato fermo, ora non ci penso. Bakayoko è un vertice basso, lo dicevo quando controllava il pallone, ora la sua fisicità ci dà anche la superiorità numerica. Penso che in questo momento è migliorato tantissimo, può giocare vertice basso o centrocampo a due. La sfida sarà se riusciremo a farlo giocare anche mezzala se ci sarà bisogno. Io dimagrito? Faccio meno schifo a mangiare, ho chiuso la bocca e corro. Quando arrivi a 100 kg e sei alto un metro e venti provi vergogna e prendi provvedimenti (ride, ndr)".