32
Everton e il Milan sono più lontani. Perché dopo l'operazione imbastita da Leonardo un anno fa e sondata nuovamente da Maldini alla fine dello scorso agosto, l'esterno classe '96 della Seleçao oggi vede aumentare fin troppo il suo valore. Il rinnovo con il Gremio ha portato a 120 milioni di euro la sua clausola rescissoria, un prezzo ovviamente irrealistico ma che alza notevolmente l'asticella del costo. Le prestazioni con la Seleçao hanno fatto da trampolino, Everton ha rinnovato per prendere un ingaggio più importante già promesso dopo il no al Bejing Guoan in estate, ma adesso il Gremio parte da un prezzo elevatissimo.


LA SCELTA - Da parte propria, il Milan ha sempre seguito con interesse Everton e sa di avere anche il totale gradimento del giocatore per la destinazione rossonera, convinto di poter fare grandi cose in Italia. Ma ad oggi non basta: ecco perché la dirigenza ha congelato l'affare per gennaio visti i costi eccessivi, la scelta è di non partecipare ad aste con società spagnole e cinesi che si sono già mosse, il Milan si attiverà solo a fronte del prezzo giusto. Più a giugno che in inverno, quando investire su un giocatore così risulta complicato, per di più con un cartellino frammentato. Insomma, il Milan frena per Everton. Piace tantissimo, ma ad oggi è più lontano. 

Ascolta "Milan, la decisione su Everton" su Spreaker.