14
Veloce, tecnico, realizzatore: Piotr Zielinski è stato tra i protagonisti assoluti del primo Napoli targato Ancelotti. Da alternativa di lusso a perno centrale, il passo può essere breve. Con o senza l’ex capitano Hamsik, il polacco ha vissuto la prima stagione da autentico leader: 33 presenze dal 1’ in campionato, 6 reti e 2 assist. De Laurentiis conosce il suo valore e, complice l’interesse di alcune big, vuole blindarlo.

INTER RESPINTA - La crescita del classe ’94 non è passata inosservata. Il Liverpool lo monitora da tempo, ma l’ultima tentazione è rappresentata dall’Inter. Diversi i dialoghi di mercato sull’asse Milano-Napoli, a partire dal futuro di Mauro Icardi, che dovrebbe essere lontano dal club meneghino. Come raccontato da calciomercato.com, gli azzurri hanno chiesto informazioni sull'argentino, l’Inter ha risposto: se ne può parlare, ma inserendo Zielinski (o Fabian Ruiz) nella discussione. De Laurentiis, inflessibile, ha risposto picche: nessuno tocchi i gioielli azzurri, Piotr non è sul mercato.

ANCORA INSIEME - Proprio così. La società partenopea non ha dubbi. Solo un’offerta fuori dall’ordinario (da 80-90 milioni a salire) potrebbe far vacillare gli azzurri, che vedono nel polacco un elemento centrale della squadra che verrà, leader tecnico e morale. Per evitare sorprese, è già stato avviato il discorso per il rinnovo del contratto, attualmente in scadenza nel 2021. I primi contatti tra l’entourage del giocatore e il club sono stati positivi. Come riferito dalla Gazzetta dello Sport, il Napoli vorrebbe prolungare il contratto di Zielinski fino al 2023, con annesso ritocco dell'ingaggio, da 1,1 a 2,3 milioni a stagione. Variazioni verso l'alto che gratificano il giocatore. Ancora in discussione bonus legati a risultati e prestazioni personali, ma c’è ottimismo. Tra poche settimane, nella cornice di Dimaro, sede del ritiro estivo degli azzurri, potrebbe arrivare la fumata bianca.