30
Durante la trasmissione Radio Goal sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato un'intervista il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis:

TIFOSI ALLO STADIO
- "Se non posso stare a contatto come spettatore, come tifoso, allora non posso fare neanche uno sport di contatto. Allora è giusto che si dica 'Se volete venire allo stadio effettuate il tampone'. Questa può essere una tutela, presentandosi allo stadio con biglietto e risultato negativo del tampone".

NAPOLI-PESCARA - "Vorrei fosse a porte aperte, non vedo perché non farlo. Faccio il distanziamento di un metro e quindi ne vorrei vedere 20 mila allo stadio".

ALLAN - "Non ho seguito gli ultimi sviluppi, ero con il Cardinale. Devo capire se tutte le carte sono a posto, ma l'ultima volta con l'avvocato Grassani sembrava andasse bene".
CESSIONI - "D'ora in poi quando ci saranno offerte importanti cederemo tutti. Ho capito che in questo Paese (che non garantisce nulla) bisogna vivere alla giornata. Quando mi sono state offerte 110 milioni di sterline sono stato scorretto nei confronti dei tifosi. Stessa cosa con Allan, anche se lì era stata una sorta di protezione per Ancelotti". 

UEFA E FIFA - "La Nations League? Forse la Lega di Serie A con le altre leghe dovrebbe dire ai signori di tutti i governi europei e alla Uefa 'noi ci fermiamo'. Non ci sta bene essere comandati da voi che non capite nulla, dovreste essere solo il nostro segretariato. State spremendo il calcio e i tifosi senza fine, stabilendo calendari sbagliati e favorendo le nazionali. Il tifoso ha a cuore la Nazionale, ma in primis guarda al proprio campionato. Per quello il tifoso investe e va allo stadio, non tifa per andare a giocare gli Europei. Uefa e Fifa dovrebbero fare un passo indietro". 

SU SOKRATIS - "Ci stiamo lavorando".