48
Continuano a tenere banco in casa Napoli le condizioni di salute del presidente Aurelio De Laurentiis, risultato positivo al Covid-19 insieme alla moglie Jacqueline e finito al centro di diverse polemiche per la sua presenza nell'Assemblea di Lega di mercoledì. Il numero uno del club azzurro è in miglioramento dopo il ricovero resosi necessario al Policlinico Gemelli di Roma e attualmente risulta essere sfebbrato.

A fornire gli ultimi aggiornamenti è stato il professor Vincenzo Mirone, responsabile scientifico della consulta medica SSC Napoli e responsabile degli screening attraverso tamponi Covid-19 per lo staff ed i giocatori del Napoli: "Ora è già in terapia, ma vista la scarsità di sintomatologia può contenere il virus tranquillamente. Al momento è in casa, i colleghi della Cattolica gestiranno i controlli quotidiani, l'ho sentito molto tranquillo. Jacqueline, dal punto di vista della temperatura, è un po' più alta, ma è tutto sotto controllo".

Il prof. Mirone ha poi aggiunto: "Aurelio è una persona attentissima alla salute, spesso ne parliamo insieme, direi quasi maniacale nella gestione della propria giornata quotidiana tra cibo e quant'altro. Non è un soggetto superficiale, è estremamente attento, poi il Covid può colpire chiunque. Ho chiesto a coloro che erano con lui. Dentro avevano la mascherina, la scena senza mascherina è all'esterno. Dal punto di vista degli esami, quello che potrebbe aver distratto, è la questione dell'ingestione dei frutti di mare".