Le notizie, ce lo ha insegnato Giancarlo Siani che per sempre sarà una stella polare, sono rotture di ca... È così in ambiti molto più importanti del calcio, è così anche nel calcio, che tra le cose meno importanti, è certamente la più importante. Vi assicuro che è una gran rottura dover parlare di Ancelotti e di De Laurentiis: anche perché c'è un esercito pronto a puntarti il fucile contro.

FUMATA GRIGIA - Nell'incontro della scorsa settimana tra Ancelotti e De Laurentiis, pare che i riscontri non siano stati tutti positivi. In questo momento non c'è un'unità di intenti tra quello che vuole Ancelotti e quello che desidera Aurelio De Laurentiis nella strategia sul mercato. Giovedì-venerdì si rincontreranno di nuovo per trovare la quadra per andare d'amore e d'accordo: il motivo del contendere è legato alle tempistiche tra entrate ed uscite. In particolare, Ancelotti vuol sbloccare quanto prima i rinforzi legati ai terzini, per aggredire quegli obiettivi di mercato che, come Trippier, possono finire altrove in breve tempo, nonostante abbiano già assicurato il loro sì al Napoli.

POSIZIONE NON IN DISCUSSIONE - Sebbene non ci siano stati indicatori in tal senso, giusto dire che la posizione di Ancelotti non è assolutamente in discussione. Né il tecnico ha intenzione di lasciare Napoli: già, è chiaro, invece, che questo mercato sarà determinante per comprendere se il matrimonio tra Ancelotti ed il Napoli sarà lungo o se il divorzio sarà prevedibile a più stretto giro.