3
Sorpassi e controsorpassi: sembra l'incipit del penultimo Pagellone, invece è quello nuovo, tutto nuovo, della sedicesima giornata, in un campionato in cui regna sovrano l'equilibrio. E dove non mancano le sorprese. 

TOP

10 A STROPPA: con calma, il lavoro paga sempre. Il tempo di ritrovare elementi importanti, di assimilare i nuovi concetti e il Monza ha iniziato a correre. Prima vittoria in trasferta, contro il Brescia, nono risultato utile consecutivo e primo posto a 4 punti. ​

9 A CHARPENTIER: 8 gol in campionato, una rete ogni 72 minuti. Bello il colpo di testa con cui apre la gara contro la Ternana, il 9 del Frosinone è una sentenza. 

8 A MELCHIORRI: la Spal vince contro il Crotone e il suo attaccante fa un gol alla Del Piero, con un bellissimo tiro a giro sul secondo palo. Secondo gol in campionato per l'ex Perugia, Cagliari e Pescara, esperienza al servizio degli estensi. 

7 A BUFFON: se il Parma torna a casa con un punto da Ascoli è perché riesce a ipnotizzare, con reattività, Dionisi dopo il palo di Sabiri. Salvifico.

6 A DE LUCA: il Perugia vince 1-0 grazie al sesto gol dell'attaccante di proprietà della Sampdoria, alla quarta rete nelle ultime 6 partite, bravo a risolvere una mischia in area di rigore. 
FLOP

5 A LUCCA: Il Pisa vince, soffrendo, a Como, e si prende la vetta. Ottimo lavoro di D'Angelo (da 8), in campo e col ragazzo, al quale viene continuamente data fiducia. Non ripagata, però: altra gara di sofferenza per l'ex Palermo, che contro Solini non la vede mai. Momento difficile. 

4 AL BRESCIA IN CASA: solo 3 vittorie per le Rondinelle al Rigamonti da inizio campionato. Ko contro il Como, ko contro il Pisa e ko contro il Monza, seconda sconfitta consecutiva tra le mura amiche. In trasferta è al top, serve qualcosa di più in casa. 

3 LA DIFESA DELLA REGGINA: si è rotto qualcosa, ad Aglietti. Il gol di Majer no si può prendere, con una difesa aperta e disattenta. E non è un caso che la squadra non riesca più a portare a casa neanche un pareggio...

2 AL CROTONE: presenza fissa nei nostri flop. Il cambio di allenatore non ha portato un cambio di ritmo, anzi: i calabresi hanno vinto una sola partita, il 16 ottobre, arrivano da 4 sconfitte, ko anche contro la Spal. 

1 AL PARMA DI IACHINI: uno come i gol fatti in 3 partite, in cui il nuovo corso ducale ha collezionato due punti, in trasferta, con Como e Ascoli, perdendo in casa col Brescia. Sterzata doveva essere e, al momento, non è stata. 

0 AL COSENZA: azzerato il lavoro fatto da Zaffaroni, esonerato dal club calabrese, un punto nelle ultime 6 partite, 0 nelle ultime 3. Era partito bene, poi il buio. E la scelta di allontanarlo.