45
Presto il ritorno all'Inter? Per Ivan Perisic non è detta l'ultima parola e il futuro è ancora da scrivere. E la permanenza in Baviera non è da escludere. L'ultima apertura arriva dal CEO del Bayern Monaco Karl-Heinze Rummenigge, che ad Abendzeitung München spiega: "Su Perisic, devo dire che è un giocatore che mi piace. Può non giocare sempre in modo spettacolare, ma è efficace come sabato contro il Chelsea. Sta facendo il suo lavoro". Porte spalancate quindi per l'acquisto a titolo definitivo? La situazione non è così fluida.

LA SITUAZIONE - Scaduti i termini pattuiti la scorsa estate per il riscatto, fissato a 20 milioni di euro, Inter e Bayern sono comunque pronti a sedersi nuovamente al tavolo delle trattative per discutere un nuovo accordo. Le posizioni, tuttavia sono distanti: la richiesta di Marotta non è scesa di molto rispetto ai 20 milioni, mentre i bavaresi non vorrebbero andare oltre i 10. Un concetto, questo, ribadito da Rummenigge: "Confermare Perisic per garantire a Flick quattro ali? Può esprimere un desiderio, ma non possiamo permetterci grandi investimenti finanziari in tempi di coronavirus". La volontà di nerazzurri di risparmiare i 15 milioni di ingaggio lordi che ancora spetterebbero all'esterno croato in caso di ritorno a Milano (contratto fino al 2022) e gli ottimi rapporti tra le due dirigenze, comunque, lasciano spiragli per raggiungere un accordo: proseguono i contatti e il Bayern li intensificherà una volta terminato il cammino in Champions League, già domani la sfida da dentro o fuori con il Barcellona (quarti di finale). Perisic e l'Inter attendono: dopo la Champions sarà deciso il futuro dell'ex Wolfsburg.
@Albri_Fede90