Commenta per primo

Tiro al bersaglio: porte ravvicinate, scatto, conclusione a rete, dietrofront, progressione e nuova conclusione. Si possono definire esercizi di 'confidenza'. Ripetere il gesto fino ad acquisire automatismi che lo rendano assolutamente naturale. Alberto Cavasin ordina il tiro al doppio bersaglio nella parte finale dell'allenamento. La Sampdoria, si è visto anche nella maledettissima partita contro il Lecce, ha bisogno di abbassare la percentuale d'errore e far lievitare quella di realizzazione. Il paradosso, nella sconfitta interna, è stato che la squadra ha prodotto più del solito e sprecato in proporzione. A voler essere ottimisti, lo si può considerare un progresso a metà.

(Il Secolo XIX)