Il ruolo di portiere alla Sampdoria è appannaggio esclusivo di Emiliano Viviano: il titolarissimo è l'estremo difensore di Fiesole, nonchè uno dei giocatori più amati dal pubblico blucerchiato. La gerarchia era già ben chiara in estate, e non è cambiata affatto nel corso della stagione. Dietro di lui, però, le cose stanno mutando. 

All'inizio, con Montella, il 'secondo' di Viviano era l'esperto Puggioni, genovese e blucerchiato sin dalla nascita, anche in virtù della scarsa conoscenza che aveva Montella di Brignoli, promettente estremo difensore di proprietà della Juventus. Tanto è vero che a gennaio il portiere classe 1991 sembrava in uscita, diretto verso la Serie B (Bari o Lanciano alla finestra). 

Alla fine, Brignoli è rimasto a Genova e, secondo Il Secolo XIX, avrebbe convinto Montella a 'promuoverlo' a vice Viviano. Decisivo sarebbero stati gli allenamenti, a cui l'Aeroplanino ha assistito con attenzione, e che hanno convinto l'ex mister della Fiorentina a tenere in considerazione Brignoli.