Commenta per primo

 

La Sampdoria stringe il cerchio attorno a Didier Deschamps. L’allenatore di Bayonne ieri ha salutato il Marsiglia ed è dunque libero. «Lascio il Marsiglia - ha detto Deschamps in conferenza stampa - per il bene del club e dei giocatori. La dirigenza del Marsiglia conosce le mie intenzioni dal 25 maggio, quando ci siamo incontrati a Parigi. Ho preso questa decisione perché era diventato impossibile lavorare».
A questo punto, tra Deschamps e la Sampdoria c’è di mezzo solo la Federcalcio francese perché l’ex allenatore del Marsiglia è la prima scelta per sostituire Laurent Blanc alla guida della Nazionale. Blanc ha ottenuto il traguardo minimo previsto dal contratto, la qualificazione ai quarti di finale. Ma la Francia ha vinto una sola partita, giocato male le ultime due e, soprattutto, messo in luce i soliti problemi di uno spogliatoio spaccato. C’è parecchia indecisione, tra le altre cose Noël le Graët contesta a Blanc di non rispondere al telefono. Ma ieri Blanc e la Federazione non erano poi così distanti. Oggi dovrebbe essere la giornata decisiva per la Nazionale francese e, di conseguenza, per la Sampdoria. Il direttore sportivo blucerchiato Sensibile è in costante contatto con il tecnico francese con il quale ha un rapporto di amicizia stretto. Appena sarà tratto il dado francese, Deschamps chiamerà il ds della Samp.
Se l’affare Deschamps non andrà in porto, bisognerà percorrere altre strade. Ciro Ferrara è forse la prima. L’attuale allenatore della nazionale italiana Under 21 ha dimostrato tutto il proprio valore con la selezione degli azzurrini. Ferrara, che si è trovato ad affrontare il problema della mancanza di esperienza dei ragazzi, ha risolto la questione chiamando parecchi ragazzi titolari in serie B, scelta risultata vincente. Delio Rossi dà più garanzie di tutti per la sua grande esperienza. Anche l’idea Zola è stata valutata a Corte Lambruschini. Alla Sampdoria piace pensare a un tecnico giovane con un’esperienza all’estero. Marco Giampaolo resta in attesa e sarebbe dunque l’ultima tra queste idee. Abbandonate le idee Gasperini e Delneri mentre per Iachini (tuttora sotto contratto) le speranze di allenare ancora la Sampdoria sono ridotte al minimo.