Commenta per primo
Il centrocampista della Sampdoria Angelo Palombo ha rilasciato un'intervista a Il Secolo XIX. 'Mihajlovic? Mi stuzzica l'idea di iniziare con lui: il mister è stato fondamentale - le sue parole -. Ora noi giocatori dovremo avere l'atteggiamento giusto per ripetere quanto fatto con lui. Se pensiamo che tutto è dovuto sbagliamo di grosso. I giovani? Punto su Krsticic e Obiang: sarà l'anno del loro salto di qualità. Confermarsi per un giovane è dura, anche se per me hanno fatto bene pure l'anno scorso. Però possono dare di più e lo dimostreranno. Il nuovo patron Ferrero? Sono curioso di conoscerlo. Garrone avrà avuto le sue ragioni, ma so che è tifoso della Samp, non l'avrebbe mai lasciata al primo arrivato e questo mi fa essere tranquillo. Antonio Cassano? Come per Balotelli è ingiusto prendersela con lui. Non ha fatto polemiche, ha avuto poco spazio, non poteva fare di più. Con Prandelli si lavora duro, se il c.t. lo ha portato in Brasile vuol dire che stava bene, e poi Antonio è uno che fa correre la palla. Se lo vorrei ancora alla Samp? Quelli bravi sono sempre ben accetti. Come in Nazionale: Buffon, De Rossi e Barzagli, me li terrei stretti'.