1
A Genova, per la Sampdoria, sta circolando un nome abbastanza ambizioso per il mercato blucerchiato. Il profilo è quello di Dennis Praet, centrocampista ex blucerchiato attualmente di proprietà del Leicester. A parlare del belga in ottica doriana è Il Secolo XIX, ma la trattativa sembra tutt’altro che semplice in questo momento.

Gli ostacoli sono numerosi. Il primo, ovviamente, è la concorrenza: l’anno scorso Praet ha giocato al Torino, e Juric ha chiesto a Cairo di confermarlo. Lo ha confermato pure il procuratore, Martin Riha: “Il Torino è interessato a Dennis e stiamo vedendo cosa è possibile fare. Non posso dire di più ora e speriamo che ci siano progressi nei prossimi giorni”.

I problemi principali sono però di carattere economico, e ad oggi risultano francamente quasi insormontabili. Innanzitutto, le condizioni del trasferimento: il Leicester lo aveva pagato 19 milioni nel 2019, e oggi potrebbe cederlo a 12, ma non ha né la necessità né la fretta di venderlo. Inoltre, gli inglesi prenderebbero in considerazione soltanto trasferimenti a titolo definitivo, quindi senza accettare la formula del prestito con obbligo che potrebbe proporre la Samp, né i pagamenti a rate, sapendo che Praet piace in Spagna e in Inghilterra. C’è poi l’ostacolo ingaggio: Praet, a cui piacerebbe tornare a Genova, guadagna 2,5 milioni di euro a stagione, giovando del decreto crescita  il suo stipendio si abbasserebbe a 1,8, cifra comunque impensabile per la Samp. Per questi motivi, ad oggi, il nome del centrocampista classe 1994 sembra più una boutade che non una vera idea di mercato.