78
Tre partite in 9 giorni, nelle quali l'Inter di Antonio Conte confida di consolidare e rafforzare ulteriormente il proprio primato in classifica. Genoa, Parma e Atalanta i prossimi ostacoli per la capolista del campionato, che potrà contare su un organico pressoché al gran completo e che presto potrebbe riabbracciare anche Stefano Sensi, costretto a saltare il derby col Milan per l'ennesimo intoppo muscolare ma sulla strada del recupero.
Anche Skriniar e Barella, che avevano destato qualche preoccupazione per la loro uscita dal campo durante il match contro i rossoneri, hanno preso parte regolarmente all'ultimo allenamento e potranno entrare a pieno titolo nelle rotazioni che Conte dovrà gestire per superare questo mini-ciclo di partite. 

PERICOLO GIALLO - Se contro il Genoa mancherà soltanto una pedina come Hakimi, squalificato, il pericolo più imminente è rappresentato dalla presenza di quattro giocatori in diffida, Brozovic, Barella, Bastoni e Lukaku. Per il tecnico salentino, impegnato da qui a maggio su un solo fronte, sarà l'occasione di utilizzare tutte le risorse a disposizione e provare a rilanciare anche quei giocatori meno impiegati o apparsi recentemente meno brillanti e in cerca di riscatto come Vidal, scivolato nelle gerarchie di Conte in favore di Eriksen. Tre partite in 9 giorni, ma questa Inter ha davvero due squadre.