Pawel Zielinski, fratello di Piotr e calciatore del Miedzi Legnica, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai media polacchi riguardo al fratello.

Ti chiedono spesso di tuo fratello? "Sì, mi chiedono principalmente di lui. In Serie A sta crescendo, imparando anche dai campioni con cui gioca. La squadra ha perso con la Roma nell'ultima partita, ma resta prima in classifica e combatterà fino alla fine per lo scudetto".

Hai tempo per andare a vederlo?"Sì, sono andato in alcune partite, sia in Serie A che in Coppa Italia. Parliamo molto, nell'ultimo periodo soprattutto delle due prestazioni. Ci diamo tanti consigli, ci sosteniamo a vicenda".

Vi criticate? "Piotr è molto autocritico, ammette sempre gli errori che commette. Sa sempre quando ha giocato bene e quando è incappato in una serata storta. Dopo la partita con la Roma, infatti, non era soddisfatto perché non perdevano da tanto tempo, ma non ha avuto una visione drammatica".

​Piotr ha la piena fiducia di Sarri. "Si conoscono dai tempi di Empoli, è stato Sarri a portare Piotr a Napoli. Ora ha una posizione di rilievo nella squadra, è il dodicesimo titolare. Piace tanto a Sarri e lui lo rispetta e apprezza le sue capacità. Una volta Sarri disse che se un giorno fosse andato al PSG, il primo giocatore che avrebbe portato con sé sarebbe stato mio fratello".

Domanda rapida: Napoli o Juventus? "Napoli, è chiaro. Szczesny gioca nella Juventus, ma non è mio fratello. Tifo per il Napoli. Sabato mio padre è addirittura volato a Napoli per vederlo dal vivo".

Ci sono grandi aspettative su di lui. "Sì, ma lui non sente la pressione e continuerà a crescere. La Serie A non sarà il picco della sua carriera, merita un campionato ancora migliore".