Il centrocampista del Napoli Piotr Zielinski ha parlato a Premium Sport: "Il gol di Hamsik a Cagliari manifesto del gioco di Sarri? E’ stata una bella azione. Il fatto che tutti i giocatori in campo abbiano toccato la palla significa che ci conosciamo e che giochiamo un ottimo calcio: è stato bellissimo. Come ci sentiamo a più quattro punti dalla Juventus e a 80 giorni dalla fine del campionato? Ci sentiamo come sempre, non dobbiamo guardare la Juve ma pensare solo a vincere tutte le gare da qui alla fine. Dodici partite sono tante e per noi queste sfide devono essere tutte come delle finali. Vogliamo rendere felici i tifosi e noi stessi perché lo Scudetto per questa città è un qualcosa di unico e non è una cosa normale. Poi il 20 maggio è anche il giorno del mio compleanno: speriamo in un bel regalo. Sentiamo che non siamo lontani dal nostro obiettivo, stiamo facendo grandissime cose e dobbiamo continuare così. Al San Paolo arriverà una Roma arrabbiata? Sicuramente dopo due sconfitte consecutive vorranno rifarsi. La Roma è sempre la Roma, è una grande forte e non sarà facile. Ma se giochiamo il nostro il calcio e con l’aiuto del nostro pubblico, vinceremo la gara. Sarri ha detto che posso diventare più forte di De Bruyne? Fanno piacere le sue parole, però sappiamo tutti che De Bruyne è un campione che sta facendo cose incredibili da tre anni. Io devo lavorare ancora tanto per migliorare. Il belga è ancora molto più forte di me. Milik pronto al rientro? Sì, Arek sarà l’arma in più per noi. Ha nel suo dna i gol e ci darà una grande mano per questo finale di stagione. Sta bene e a breve sarà utile per questa squadra. Il gol di Mario Rui? Già da Empoli mi ricordo che in allenamento faceva spesso gol su punizione. Sta giocano benissimo e sono contento per lui. Ha tanta qualità e lo sta dimostrando"