Calciomercato.com

Allegri, la Juve è davvero diversa? Più vittorie, ma possesso e gioco sono peggiorati

Allegri, la Juve è davvero diversa? Più vittorie, ma possesso e gioco sono peggiorati

  • Cristiano Corbo
  • 121
In un momento in cui i numeri sembrano essere da una sola direzione, se non si considera - compiendo un sacrilegio - la classifica, la Juventus dimostra di essere migliorata in un fattore su tutti: l'amalgama, il gruppo, la coesione e l'unità di intenti. Una serie di termini non certamente calcistici, che pure hanno il proprio peso specifico all'interno di una partita. Anzi: sono spesso decisivi. Lo dimostra proprio il finale del match dei bianconeri a Monza, dove senza una reazione di nervi difficilmente la squadra avrebbe ripreso la partita. 

DIFFERENZE - Ecco, e la differenza sta tutta qui. Proprio qui. Nella mentalità che Allegri ha saputo ri-trasferire alla Juve: "Gli uomini passano, il dna resta", aveva detto Max in conferenza, a proposito del suo futuro. Il passo che vi proponiamo però non guarda avanti, semmai indietro: quella 2022-2023 è stata indubbiamente una stagione viziata da mille vicissitudini, ma forse anche l'annata in cui l'allenatore livornese ha patito di più la critica e le difficoltà di campo. Ecco: prendendo quei numeri, nello stesso momento della stagione, le cose sono cambiate davvero quest'anno? O è solo la classifica a mostrarle diverse?

LEGGI TUTTO SU ILBIANCONERO.COM

Altre notizie